Terremoto Giappone: è emergenza nucleare anche nella centrale di Onagawa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Anche per la centrale nucleare di Onagawa è stato dichiarato lo stato di emergenza a seguito dei danni riportati dopo il violento sisma che ha colpito venerdì il Giappone. Si tratta però del primo, il più basso. A darne notizia l’Aiea, , l’agenzia dell’Onu per l’energia atomica con sede a Vienna che è stata informata dalle autorità giapponesi dopo che la Tohoku Electric Power Company ha segnalato livelli di radioattività superiori quelli consentiti nella zona circostante l’impianto.

Le autorità giapponesi “stanno ancora studiando la sorgente di radiazione“, ma hanno assicurato l’Aiea che i tre reattori presso la centrale di Onagawa sono sotto controllo.

Nella centrale nucleare di Fukushima Daiichi, intanto continuano le operazioni per il rilascio controllato dei vapori con lo scopo di abbassare la pressione all’interno della camera di contenimento del reattore numero 3, anch’esso a rischio dopo l’espolosione della gabbia del primo reattore.

Questo sistema di iniezione ad alta pressione però non ha portato al raffreddamento dell’impianto e per questo è stata disposta l’iniezione di acqua di mare prima e dopo iniziare le operazioni.

Ma non è tutto perché la tv pubblica giapponese Nhk ha parlato di uscite di fumo anche da un’altra centrale nucleare della prefettura di Miyagi, la zona maggiormente colpita dallo tsunami conseguente il terremoto.

Leggi tutti gli aggiornamenti sul Terremoto in Giappone

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook