Detersivo nelle acque termali: lavano piatti e pentole, turisti stranieri indignati

detersivi-terme

Indisturbati lavavano pentole e posate con il detersivo nelle acque delle terme di Fordongianus in Sardegna, ma a quanto pare il comportamento dei cittadini sardi della zona, non è piaciuto ai turisti. La discussione sfociata quasi in rissa, si è placata solo con l’intervento dei carabinieri.

Immaginate le terme romane del primo secolo dopo Cristo. Acque sulfuree bollenti e scenario che rimanda agli albori del passato. E poi a un tratto, mentre sognate gli antichi romani immersi nel relax, tornate alla realtà vedendo chi nelle acque termali ci lava pentole e pentolini.

Se non ci fosse un video a documentare il tutto, sembrerebbe uno scherzo di cattivo gusto, eppure questo è quello che è successo a Fordongianus, dove sembra un’abitudine che le cose sporche si lavino alle terme.

Cosa che non è piaciuta ai turisti cinesi che stanchi di dover fare il bagno nel detersivo, hanno chiesto ai residenti della zona di smettere. Nulla da fare perché chi si è lamentato, si è visto rispondere: “Questa è casa nostra e facciamo quel che vogliamo”.

Guarda il video:

Se da un lato l’intervento dei carabinieri è servito per placare gli animi, dall’altro non è servito ad avere serie conseguenze: nessuna sanzione è stata fatta a chi ha inquinato di fatto il sito archeologico.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Foto

Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Coop

Natale Green, dal menù ai regali, dalle decorazioni alla tavola, la guida per le feste

Coop

Mini-muffin al cioccolato serviti e cotti nella buccia di clementine

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Seguici su Instagram
seguici su Facebook