633 subacquei battono il record del mondo nella più grande pulizia dei fondali mai effettuata

record pulizia fondali florida

Più di 600 subacquei hanno raccolto la spazzatura dal fondo dell’oceano in Florida per un totale di quasi 10mila pezzi di detriti marini. Ed è subito record mondiale per la più grande pulizia subacquea mai fatta.

Una squadra di 633 sub si è infatti guadagnata un posto nel libro dei record dando luogo alla più estesa pulizia subacquea di massa. La precedente fu nel 2015, quando nel 614 sommozzatori si immersero nel Mar Rosso.

Coordinati dai Dixie Divers della Florida, i subacquei hanno indossato i loro autorespiratori e raccolto i rifiuti dal fondale vicino al molo di pesca internazionale di Deerfield Beach. Sono entrati in acqua a piccoli gruppi e sono rimasti sott’acqua per almeno 15 minuti.

record pulizia subacquea

record pulizia fondali florida

L’evento di quest’anno è stato organizzato da Dixie Divers in collaborazione con il progetto non-profit di conservazione marina AWARE e con l’agenzia di immersioni subacquee PADI. Tutti i dati sulla spazzatura marina raccolta verranno inviati al più grande database mondiale di rilevamento di detriti marini del progetto AWARE per il lavoro di modifica delle politiche a Deerfield Beach e nel sud della Florida.

Secondo quanto raccontano i sub, per questa immersione sono stati utilizzati almeno 3200 chili di attrezzi da pesca e raccolti 9mila pezzi di detriti marini.

“Che giornata fantastica per la conservazione e una giornata fantastica per la comunità dei driver”, scrivono entusiasti i subacquei.

Ottimo lavoro!

Leggi anche:

Il terribile video che mostra le dune di rifiuti sui fondali marini del Mediterraneo
Marine litter: spiagge e fondali invasi da rifiuti. Nuovi dati allarmanti

Germana Carillo

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

tuvali
seguici su Facebook