Inquinamento in Cina intollerabile: va a ruba lo spray con l’aria fresca di montagna dal Canada

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Aria fresca di montagna, purissima. Un sogno per le narici e i polmoni delle persone che vivono nelle grandi città della Cina. Respirare aria pulita è utopia da quelle parti, ma cavalcando quest’onda una startup canadese ha pensato di imbottigliare l’aria pura delle Montagne Rocciose e venderla ai cinesi.

L’aria di una delle più vaste catene montuose della Terra è già volata in Oriente, soprattutto negli ultimi tempi quando il numero delle vendite è aumentato a dismisura. Perché? La risposta è semplice: l’aumento dei livelli di inquinamento ha incrementato anche il desiderio dei cittadini cinesi di respirare aria pulita.

La startup canadese si chiama Vitality Air ed è nata lo scorso anno a Edmonton, ma ha iniziato a commercializzare i propri prodotti in Cina meno di due mesi fa.

“La nostra prima spedizione di 500 bottiglie di aria fresca è stata venduta in quattro giorni” ha raccontato al Telegraph il co-fondatore Moses Lam.

Cosa c’è all’origine di questo strambo business? Un’idea nata più come uno scherzo, quando il l’altro fondatore Troy Paquette riempì un sacchetto di plastica di aria e riuscì a venderlo su eBay.

“Volevamo fare qualcosa di divertente e dirompente così abbiamo deciso di vedere se potevamo vendere l’aria”.

Lam spiega che una volta ogni due settimane fa un viaggio di 4 ore fino a Banff e passa 10 ore ad imbottigliare l’aria. Una cassa contenente 4.000 bottiglie è già in viaggio verso la Cina e la maggior parte della spedizione è già stata acquistata.

La società ha fatto bene i suoi conti: una lattina da 7,7 litri di aria frizzante presa dal Parco Nazionale di Banff nella maestosa catena Montagne Rocciose viene venduta a circa 10 dollari. Per dare un’idea, una bottiglia d’acqua minerale in Cina costa 50 volte di meno.

montagneRocciose

L’aria pulita canadese viene venduta in formati che vanno da un minimo di 14 a un massimo di 20 dollari in base alle dimensioni della bottiglia.

La sfida più grande di Vitality Air è quella di tenere il passo alla domanda, visto che ogni bottiglia di aria fresca viene riempita a mano.

Chi acquista le bottiglie? La maggior parte dei clienti vivono nelle grandi città del nord-est e del sud della Cina, dove si registrano i livelli più gravi di inquinamento.

Peccato però che questa soluzione servirà solo ad arricchire la startup e non apporterà alcun beneficio alla salute della popolazione cinese, che ogni giorno di più respira veleni.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

SMOG JOURNEYS: IL CORTOMETRAGGIO SUGLI EFFETTI DELL’INQUINAMENTO IN CINA (VIDEO)

ECCO IL CIELO BLU DI PECHINO, PER LA PRIMA VOLTA SENZA SMOG (FOTO)

‘AIRPOCALYPSÈ IN CINA: SHENYANG È LA CITTÀ PIÙ INQUINATA DEL MONDO (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook