Per la prima volta in mare il robot-granchio tutto italiano che raccoglie le microplastiche

Robot Silver 2

Da un progetto italiano, nasce il robot netturbino che come un granchio ripulirà i nostri mari. È stato presentato lo scorso sabato il robot ispirato ai granchi capace di ripulire i fondali di mari e oceani da plastiche e microplastiche.

Fondali puliti grazie al robot spazzino

Lo scorso sabato, durante il World Oceans Day, è stato presentato Crab Robot, un robot ispirato ai granchi e capace di ripulire i fondali marini da plastiche e microplastiche.
Crab Robot è stato progettato da un team di ricercatori guidati dal Dott. Marcello Calisti dell’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Il progetto di Crab robot o Silver 2 è l’evoluzione di Silver, robot subacqueo in grado di esplorare i fondali marini, ideato sempre dal Dott. Calisti.
Silver 2, oltre a poter esplorare i fondali, è un robot netturbino pensato per ripulire le acque di mari e oceani dai rifiuti.

Il robot ha un peso di 20 chilogrammi ed è dotato di sensori per l’orientamento, telecamere per l’esplorazione e arti molleggiati dedicati alla locomozione. Silver 2 è quindi in grado di muoversi, aggirare gli ostacoli e analizzare l’ambiente circostante. Il robot si muove saltellando e questo speciale movimento non arreca danni ai fondali. Silver 2 è capace di camminare e correre fino a 200 metri di profondità, guidato a distanza grazie alla tecnologia wireless.

Crab robot è stato testato per la prima volta lo scorso 8 giugno a Livorno, nell’area marina protetta delle Secche delle Meloria, dove ha dimostrato le sue incredibili abilità.
Per il momento Silver 2 è ancora un prototipo e in futuro sarà dotato di un braccio robotico che per la raccolta di materiali. Il robot al momento è già in grado di eliminare le microplastiche dall’acqua e, grazie all’arto supplementare, potrà liberare i fondali da bottiglie di plastica, sacchetti e altri rifiuti che inquinano i nostri mari.

Plastiche e microplastiche, un problema di tutti

Mari e oceani sono ormai affollati da plastica: molti rifiuti vengono inghiottiti dai pesci e altri animali marini, ferendoli gravemente o avvelenandoli e causandone la morte.
Le microplastiche disperse nelle acque e inghiottite dagli animali entrano nella catena alimentare, quindi anche nel piatto di chi mangia pesce.
Innovazioni come Silver 2 potrebbero aiutarci a risolvere il problema dell’inquinamento dei nostri mari, letteralmente invasi da rifiuti.

Il buon senso, la riduzione dei rifiuti e una corretta raccolta differenziata restano comunque responsabilità di tutti noi per salvaguardare l’ambiente e la salute di tutti gli esseri che abitano il Pianeta.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Photo credit Repubblica Firenze

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

tuvali
seguici su Facebook