Se abbandoni i rifiuti in questo parco thailandese, le autorità te li rispediscono a casa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se lasciate dei rifiuti nel Parco nazionale Khao Yai vicino Bangkok in Thailandia, sappiate che, quella stessa spazzatura, la ritroverete davanti alla porta di casa vostra. L’iniziativa è delle autorità del parco, patrimonio Unesco e va a punire i turisti maleducati. Chi arriva deve registrarsi, così che i guardiani possano poi facilmente rintracciare i colpevoli di inquinamento ambientale. Anche il ministro dell’Ambiente Varawut Silpa-archa ha pubblicato sui social le foto di rifiuti raccolti in pacchi di cartone pronti per essere spediti.

“La spazzatura è tua, te la rispediremo”, c’è scritto nei cartelli di accompagnamento. Inquinare gettando rifiuti in un parco nazionale è un reato punibile con 5 anni di carcere e multe salitissime in Thailandia. E ancora in un altro cartello c’è scritto: “Hai dimenticato queste cose al Parco Nazionale di Khao Yai”.

“Abbiamo pensato a tutto in questo parco per rendere la visita il più piacevole possibile – dice Varawut Silpa-archa- I turisti devono solo venire qui e godersi questa meravigliosa natura. Non avremmo mai pensato che ci avrebbero ringraziato lasciandoci un mucchio di spazzatura”.

Oltre a inquinare, i rifiuti potrebbero essere molto pericolosi per gli animali che vivono nel parco che si trova nord-est della capitale thailandese Bangkok, si estende per oltre 2mila kmq ed è molto gettonata da turisti ed escursionisti.

Fonte: Varawut Silpa-archa/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook