L’Islanda elegge una donna ambientalista di 41 anni come Primo Ministro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Islanda ha un nuovo Primo Ministro. Si chiama Katrin Jakobsdottir, 41 anni ed è una fervente sostenitrice delle politiche a favore dell’ambiente. Presidente di Sinistra – Movimento Verde la Jakobsdottir arriva dopo una serie di scandali che hanno coinvolto l’Islanda.

Ex ministro dell’istruzione e ambientalista dichiarata, si è impegnata a fare in modo che l’Islanda sia carbon neutral entro il 2040. Essendo il quarto ministro islandese in soli due anni, Jakobsdottir guiderà il paese in un momento in cui la politica nazionale deve riacquistare la fiducia dei cittadini.

I due governi precedenti infatti sono caduti a causa di altrettanti scandali. Il primo dopo l’inchiesta sui Panama Papers. Il primo ministro Sigmundur Gunnlaugsson nel 2016 era stato accusato di aver nascosto milioni di dollari di investimenti nelle banche del Paese e si è dimesso.

L’altro scandalo è emerso lo scorso settembre. Il primo ministro Bjarni Benediktsson ha rassegnato le proprie dimissioni dopo che il padre era stato coinvolto in uno scandalo pedofilia.

La nuova premier Katrin Jakobsdottir non è un volto nuovo della politica pur essendo giovane ma promette di costruire dei ponti, cercando di far dialogare le varie parti politiche e mettendo d’accordo sia gli elettori di destra che quelli di sinistra.

“Poiché questa coalizione comprende partiti da sinistra a destra, il loro lavoro sarà più sulla gestione del sistema che su cambiamenti rivoluzionari” è stato il commento di Eva H. Onnudottir, scienziata politica dell’Università dell’Islanda.

Da quando ha formato la sua coalizione di governo, la Sinistra Verde di Jakobsdottir ha già fatto passi coraggiosi per affermare il suo ambientalismo. Invece di nominare un membro del parlamento, i Verdi di sinistra hanno scelto Guðmundur Ingi Guðbrandsson, attivista ambientale e CEO di Landvernd, la più grande ONG ambientalista dell’Islanda, a ricoprire il ruolo di Ministro dell’Ambiente.

Dal canto suo, Katrin Jakobsdottir è spesso citata dai sondaggi d’opinione come uno dei politici più fidati e apprezzati dell’Islanda, una popolarità che supera di gran lunga quella del suo partito.

Si è già fatta portavoce di una campagna per impegnarsi a ripristinare i sussidi sociali e per la neutralità del carbonio. Inoltre è impegnata nel diffondere l’uguaglianza di genere e ha promesso ulteriori misure per contrastare i cambiamenti climatici.

LEGGI anche:

Curiosità

È la seconda premier donna dell’Islanda, dopo Johanna Sigurdardottir, nel 2009. L’Islanda vanta anche il primo presidente della Repubblica donna eletto direttamente al mondo, Vigdis Finnbogadottir, che ha prestato servizio dal 1980 al 1996.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook