Genova riunita dal nuovo Ponte costruito in tempo record, oggi la spettacolare posa degli ultimi 44 metri

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ponte Morandi. Proprio in questi minuti il Viadotto Polcevera sarà ufficialmente completato con la posa dell’ultima campata lunga 44 metri, rimasta sospesa per aria ieri.

Il 14 agosto 2018 la porzione che sovrastava il torrente Polcevera e la zona Sampierdarena, è crollato insieme al pilone di sostegno numero 9, provocando 43 vittime tra coloro che transitavano in auto sul ponte e gli operai che lavoravano nell’isola ecologica sottostante.

Un colpo al cuore della città di Genova, rimasta letteralmente spezzata in due ma oggi il ponte tornirà a ricucire uno strappo durato 20 mesi. Al lavoro operai e mezzi di Fincantieri che stanno sollevando la 19esima trave in acciaio per chiudere il tracciato sul versante Est. La trave era rimasta appesa a cavi d’acciaio ieri sera, in attesa di trovare la posizione finale, a 40 metri d’altezza, tra le pile 11 e 12.

Queste le parole del sindaco di Genova Marco Bucci.

In questi minuti sta percorrendo l’ultimo metro e mezzo incastrandosi nella sua porzione di ponte. Si tratta dell’ultimo passo, che aprirà la fase finale dei lavori. Ad assistere ci sono anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli. La conclusione del varo, oggi, sarà celebrata con il suono delle sirene di cantiere, cui risponderanno quelle del porto.

Qui il video in diretta:

Ieri sera, alla vigilia della posa in opera dell’ultima parte del ponte, i 18 piloni del nuovo ponte Morandi sono stati illuminati col tricolore. La foto ha fatto il giro del web:

“Una cerimonia che ripeteremo il giorno dell’inaugurazione”, ha detto il commissario per la ricostruzione e sindaco di Genova, Marco Bucci.

 

Fonti di riferimento: Fincantieri

LEGGI anche:

Il ponte Morandi non c’è più: video dell’esplosione. Si attendono i dati sull’amianto

Ponte Morandi, c’ amianto tra le macerie

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook