Una grande massa di polvere sahariana sta per raggiungere l’Italia, insieme a pioggia e freddo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Era già successo anche durante gli ultimi giorni di febbraio. Adesso un’altra imponente nube di polvere proveniente dal Sahara sta per raggiungere i paesi che si affacciano sul Mediterraneo, Italia inclusa.

Tra oggi e domani, a causa della presenza di venti meridionali e all’alta pressione africana, assisteremo a una uova risalita di polveri sahariane dall’Europa occidentale verso l’Italia. Questa nube gialla sta già attraversando la penisola Iberica e domani dovrebbe prima raggiungere le regioni del Nord, per poi diffondersi su tutta la penisola, seguita poi da intense piogge.

Questa polvere dal Sahara può portare ad un anomalo innalzamento dei valori di PM10 e al superamento della soglia limite per la salute prevista a 50 mg/m3. Nel caso in cui i superamenti siano causati da contributi naturali, questi possono venire esclusi dal conteggio.  Infine i minerali contenuti in essi danno un importante contenuto di sostanze nutrienti per il suolo, tra cui azoto, fosforo e ferro.

La primavera profuma già in Spagna. Le ore di luce del giorno si allungano di circa 2 minuti e mezzo ogni giorno, e mandorli e ciliegi sono sbocciati mentre la neve saluta le nostre montagne. La prossima settimana, anche se con più pioggia, il tempo sarà simile alla precedente. Questa volta, sì, la quantità di polvere sahariana proveniente dall’Africa supererà di gran lunga le soglie di sicurezza per la salute. Vi diciamo le previsioni.

Come conferma anche Roberto Nanni, Tecnico Meteorologo sul sito MeteoGiuliacci, in questi giorni è ancora l’alta pressione a dominare, con sole e temperature miti.

“Tuttavia, il suo cedimento comporterà un cambiamento del tempo, dapprima, con un progressivo accumulo di umidità nei bassi strati che favorirà la formazione di foschie dense e la temporanea riduzione della visibilità, successivamente, con un peggioramento più deciso nella seconda parte della settimana che ci accompagnerà a condizioni atmosferiche più dinamiche e ad un weekend più instabile e freddo. Il tutto avverrà per mezzo dell’azione contemporanea di due perturbazioni: un corpo nuvoloso che dall’Atlantico giungerà sul Mediterraneo attraverso il Nord Africa; un fronte freddo che, isolatosi dal vortice scandinavo dopo aver attraversato la Russia europea, investirà il Vecchio Continente, i Balcani, per poi lambire il nostro Paese”.

Tali condizioni faranno sì che la sabbia del Sahara possa raggiungere anche l’Italia, ma già da venerdì a prevalere saranno di nuovo la pioggia e il freddo che spazzeranno via le polveri africane. Dai prossimi giorni e in particolare da venerdì l’Italia sarà raggiunta da fredde correnti di origine polare che porteranno un calo delle temperature, pioggia e anche la neve, che tornerà a imbiancare le zone alpine al di sopra di 1200-1400 metri.

Fonti di riferimento: MeteoGiuliacci, Rete Meteo Amatori

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

LCI

Come il giornale e la carta che butti diventano un nuovo materiale

eBay

Come guadagnare online con i LEGO e le carte da gioco

Deceuninck

Nuova era delle finestre: con la ThermoFibra diventano 100% riciclabili

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook