Microplastiche: oltre 750 milioni di particelle di plastica galleggiano tra Maiorca e Minorca

plastica rotoan

Tra Maiorca e Minorca galleggiano oltre 750 milioni di particelle di plastica che corrispondono a 3,7 tonnellate di questo materiale.

Lo ha rivelato uno studio, di cui il principale autore è Luis Ruiz-Orejón, realizzato con la collaborazione del Centro di studi avanzati di Blanes, il Mediterranean Institute for Advanced Studies, il Coastal Observation and Prediction System delle Isole Baleari e la ESADE Business School.

Lo studio ha analizzato le acque del corridoio marino largo circa 36 km che separa l’isola di Minorca da Maiorca, raccogliendo un campione trimestrale dal 2014 al 2015. Per ogni metro quadrato i risultati, integrati nella ricerca NIXE III del Mediterraneo, hanno evidenziato 220.000 particelle di plastica.

Le maggiori concentrazioni si sono rilevate in primavera e in estate nelle aree più prossime a Maiorca, vale a dire quelle più frequentate dai turisti.

In acqua non ci sono oggetti di grandi dimensioni, ma principalmente pezzetti di plastica inferiori ai 5 millimetri, frammentati dalle correnti e dalle onde che, purtroppo, puliscono i frammenti ma non li eliminano, spostandoli semplicemente da un posto all’altro.

Trattandosi di frammenti, la plastica entra purtroppo nella catena alimentare dei pesci raggiungendo di conseguenza anche l’uomo che se ne nutre.

Un problema che non è nuovo, ogni anno infatti moltissimi animali muoiono proprio a causa della plastica, scambiandola per cibo vero e persino i grandi cetacei come le balene vengono uccise dalla plastica, com’è accaduto a un esemplare nelle acque a est di Davao City, ritrovato con 40 kg di questo materiale nello stomaco.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Photo Credit: lavanguardia

 

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

Yves Rocher

Candidati al premio Terre de Femmes della Fondazione Yves Rocher. Trovi tutte le info qui!

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook