Piove in Australia! Arriva finalmente la bomba d’acqua che doma il fuoco e ripulisce il terreno da ceneri e detriti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La pioggia dà un po’ di sollievo agli australiani duramente provati dagli incendi. Piove a tratti Sydney e a Melbourne. Anche nelle prossime ore, forti perturbazioni interesseranno alcune zone del sudest dell’Australia. Una boccata d’ossigeno per un Paese piegato in due dai roghi che hanno ucciso persone, migliaia di animali tra canguri e koala e stanno causando una preoccupante siccità. Le temperature sono calate, dagli oltre 40 gradi si sono registrati picchi intorno ai 17 gradi. A Victoria c’è stata una vera e propria bomba d’acqua come raccontato nelle immagini che vengono dai media locali.

I meteorologi però non si sbilanciano, le perturbazioni potrebbero essere solo di passaggio e già dalla prossima settimana le temperature dovrebbero aumentare. Da settembre, il Paese è devastato. Sono morte trenta persone e oltre un miliardo di animali, 2mila case sono andate distrutte e circa 8,4 milioni di ettari di foresta perduti. Ma adesso un barlume di speranza potrebbe essere proprio questa pioggia che argina le ceneri dannose che stanno contaminando l’acqua e mettono in pericolo l’approvvigionamento idrico. La diga che fornisce la maggior parte dell’acqua potabile a Sydney, la più grande città del paese, è stata coperta con dei teloni dalle autorità così da impedire a detriti e cenere di finire all’interno. Ma tutta l’area intorno è bruciata e senza vegetazione potrebbe succedere il peggio. Ecco perché la pioggia è provvidenziale.

“Ci sono tonnellate di cenere in quel bacino”, ha dichiarato Stuart Khan, professore all’Università del Nuovo Galles del Sud, specializzato in qualità e trattamento delle acque. “Non possiamo contenere tutto”.

In molte zone sono apparsi avvisi che avvertono sulla scarsa qualità dell’acqua. Nella città di Omeo, nel Victoria, è stato persino consigliato ai residenti che bollire l’acqua del rubinetto non era sufficiente contro la contaminazione chimica, che a differenza dei microrganismi non può essere rimossa mediante ebollizione.

pioggia australia

 

A lungo termine, infatti, i nutrienti contenuti nelle ceneri, come il fosforo e l’azoto, potrebbero stimolare la crescita di alghe blu-verdi, che a volte producono sostanze chimiche tossiche. Senza considerare, spiegano gli scienziati, che detriti e ceneri potrebbero mettere in serio pericolo le forme di vita acquatica. I batteri riducono l’ossigeno e finiscono per soffocare i pesci.

Ecco dove sta piovendo:

“La pioggia contribuisce a spegnere una serie di incendi, ma è comunque troppo presto per dire che il peggio è finito”, chiosa Ben Shepherd, ispettore del Servizio antincendio rurale del Nuovo Galles del Sud.

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook