Vuoi diplomarti o laurearti? Devi piantare un albero! Dalla Colombia, la bellissima proposta contro la deforestazione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il numero di alberi in tutto il mondo è in continua diminuzione a causa della deforestazione selvaggia, degli incendi e delle inondazioni.

Le piante sono però indispensabili per la nostra sopravvivenza e per quella del Pianeta e dunque è fondamentale tutelare le aree verdi ancora presenti e crearne di nuove attraverso progetti di riforestazione.

Preservare l’ambiente e gli ecosistemi e piantare nuovi alberi ha infatti numerosi impatti positivi: le piante migliorano la qualità dell’aria, rimuovono CO2 e sostanze inquinanti dall’atmosfera, abbassano la temperatura dell’aria, rappresentano un habitat per gli animali, migliorano la stabilità e la qualità del suolo e svolgono molte altre funzioni importanti per la nostra salute e per quella della Terra.

Fortunatamente le nuove generazioni sono più sensibili ai temi ambientali e, proprio tra i giovani, nascono continuamente idee per aumentare la copertura arborea in diverse zone del mondo. È il caso ad esempio della nuova proposta di Hugo Rosas, giovane deputato di Boyacá, in Colombia: il suo suggerimento è quello di far piantare alberi a tutti gli studenti che terminano il proprio percorso di studio.

Qualsiasi ragazza o ragazzo dovrebbe dunque mettere a dimora un albero una volta raggiunto il diploma della laurea o del diploma. Ma si dovrebbero far piantare alberi anche ai bambini che concludono le scuole materne o elementari o anche al termine di ogni anno scolastico.

“Vogliamo che tutti gli studenti dalla scuola materna ai più alti livelli accademici piantino un albero il giorno della laurea o ogni volta che termina un anno di studio o un semestre accademico”, sono le parole del giovane deputato riportate da Soy Campesino.

Piantare alberi Colombia

Giovani piantano alberi in Colombia ©Soycampesino

L’innovativa proposta punta a riforestare le aree disboscate, riducendo così la CO2 atmosferica e il riscaldamento globale, ma non solo: coinvolgendo bambini e ragazzi si lavorerebbe anche sull’educazione dei giovani, promuovendo un cambiamento culturale che darà i suoi frutti in futuro.

Fonte di riferimento: SoyCampesino.org

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook