Un parassita ‘buono’ per la lotta biologica contro la cimice asiatica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un antagonista naturale potrebbe sconfiggere la cimice marmorata asiatica. Si tratta del Trissolcus Halyomorphae, un parassita “buono” che potrebbe essere la soluzione alla diffusione della cimice asiatica, assolutamente innocua per l’uomo, ma devastante per l’agricoltura.

In grado di distruggere i raccolti nei frutteti, negli orti e le coltivazioni di soia e di mais nel nord Italia, la cimice asiatica si è fatta largo da noi con sempre più prepotenza da un paio di anni. Vera rovina del nocciolo in particolare, la cimice asiatica si è diffusa in misura esponenziale soprattutto in Piemonte.

Ora, con il Trissolcus Halyomorphae, si potrebbe dichiarare alla cimice una vera lotta biologica. Ma c’è un cavillo da superare.

Cos’è il Trissolcus Halyomorphae

Noto proprio come antagonista naturale della cimice Halyomorpha halys, il Trissolcus Halyomorphae è un imenottero parassitoide che deposita le proprie uova in quelle della cimice e si nutre di esse: quando le larve della vespa si sviluppano, uccidono le uova della cimice.

Viene considerato “parassita buono”, perché vive strettamente legato alla cimice e non danneggia l’ambiente.

L’Unione europea “non vieta la possibilità di importare il Trissolcus Halyomorphae” : lo rende noto l’eurodeputato Alberto Cirio, che sul tema aveva presentato ad ottobre un’interrogazione al commissario UE all’Agricoltura Phil Hogan.

Il punto in Italia

Ora la norma che deve specificare la deroga al divieto di introdurre in Italia specie esotiche di insetti per importare il Trissolcus Halyomorphae dovrebbe essere firmata a breve dal Presidente della Repubblica.

trissolcus copy

Lavoriamo sul testo del decreto da un anno e mezzospiega il deputato Pd Mino Taricco. Il documento è all’ultima verifica della presidenza del Consiglio dei ministri prima di passare al Presidente Mattarella. Abbiamo chiesto di velocizzare i tempi per arrivare al risultato entro fine mese”.

Leggi anche:

Cimici asiatiche: rimedi naturali e come arginare l’invasione delle marmorate cinesi

Rimedi naturali per tenere lontano gli insetti: la guida

In pratica un nuovo decreto consentirebbe l’introduzione anche nel nostro Paese di antagonisti naturali alla diffusione di specie aliene difficilmente controllabili e potenzialmente dannose, così come era avvenuto nel caso della lotta al cinipide galligeno (Dryocosmus kuriphilus) del castagno, con l’introduzione del Torymus sinensis, suo antagonista naturale.

Staremo a vedere come finirà.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook