Nucleare, Fukushima: arrivano i primi (irrisori) risarcimenti della TEPCO

evacuati in Giappone

Poco più di 8.200 euro a famiglia. Questo il risarcimento che la Tepco, il gestore della centrale nucleare giapponese danneggiata dal terremoto lo scorso marzo, verserà a tutte le famiglie costrette a lasciare la propria casa (o ciò che ne rimane) e la propria terra, ormai contaminata da troppa radioattività, per mettersi in salvo altrove e ricominciare una nuova vita.

Dopo il disastro nucleare di Fukushima, che ha rovinato l’esistenza di migliaia di famiglie giapponesi residenti vicino al luogo dell’incidente, il presidente Masataka Shimizu ha annunciato che – in accordo con la Tepco – ogni nucleo familiare che abita (o abitava) nella zona d’evacuazione, a causa dell’alta radioattività, riceverà un milione di yen (8.200 euro), mentre per i single la cifra si fermerà a 750.000 yen (circa 6.200 euro).

Una sorta di indennizzo provvisorio per le 48.000 famiglie che vivevano nel raggio di 30 chilometri dal luogo in cui si trovano i reattori della maledetta centrale Fukushima Daiichi.

Abbiamo deciso di pagare rapidamente – ha detto il Presidente di Tepco, Masataka Shimizu, in una conferenza stampa – daremo un acconto ai residenti, il cui importo è stato fissato dal governo. È di un milione di yen a famiglia e di 750.000 yen per le persone che vivono sole“.

Meglio di niente, sicuro, ma come possono bastare 8.200 euro per dire per sempre addio alla casa e la terra di una vita?

San Benedetto

Come ridurre le emissioni dell’acqua minerale: il caso San Benedetto

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

corsi pagamento

seguici su facebook