Nucleare: esplode forno alla centrale Marcoule in Francia. 1 morto, 1 ferito e possibili fughe radioattive

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È terrore in Francia e in Europa tutta per il rischio di fuga radioattiva seguita all’esplosione di un forno della centrale nucleare EDF di Marcoule. Secondo quanto riportato in esclusiva dal quotidiano Midilibre.fr la violenta esplosione è avvenuta stamattina intorno alle 11:45 nel sito di stoccaggio di rifiuti nucleari Centraco (Centre nucléaire de traitement et de conditionnement) nella provincia francese del Gard, a soli 30 chilometri dalla città di Avignone.

L’incidente avrebbe ucciso un uomo e provocato il ferimento di altre quattro persone di cui uno gravemente. Oltre che la perdita di radiazioni che sta facendo tremare la Francia. Anche perché al momento nessuna misura di contenimento della radioattività è stata stabilita nei villaggi circostanti anche se i vigili del fuoco hanno già predisposto un perimento di sicurezza off-limit.

Al momento non si conoscono ulteriori dettagli se non quelli della presenza di polizia e vigili del fuoco sul luogo dell’incidente e che i tre feriti sono stati trasportati d’urgenza in più ospedali della zona di Bagnols-sur-Ceze.

Ricordiamo che la centrale dove si è verificata l’espolosione è stata la prima centrale nucleare francese ed è strutturata con tre reattori UNGG da 79 MW totali. Nello stesso sito esiste anche un altro reattore da soli 2MW costruito nel 1955 e non utilizzato per la produzione di energia elettrica. Anche perché la centrale fa parte del più ampio sito nucleare di Marcoule, gestito da AREVA e dal CEA dove furono costruiti anche i reattori nucleari per uso militare destinati alla produzione della bomba atomica francese.

E pensare che proprio pochi giorni fa erano cadute le polemiche sulla sicurezza delle centrali atomiche francesi gestite da EDF. Cercheremo di mantenervi aggiornati nelle prossime ore.

Simona Falasca

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook