Nube tossica a Milano: la colpa è di un diserbante

nube_tossica_Milano

Ieri sera, verso le 23.00, la presenza di una strana nube tossica, ad est di Milano, ha gettato nel panico i cittadini della frazione di Premenugo nel comune di Settala.

Gli abitanti della zona – al passaggio della nube – hanno avvertito immediatamente dei forti malori, tanto che in venti sono andati in ospedale per farsi soccorrere (alcuni sono andati diretti al San Raffaele, altri a San Donato, Melegnano e Melzo).

Altri invece sono stati soccorsi dagli operatori del 118, che – arrivati sul posto – hanno deciso poi di restare tutta la notte, per medicare chi necessitava di soccorso ed evitare che si registrassero altre intossicazioni. Per due persone si è resa invece necessaria l’ambulanza. Questa mattina, per fortuna, tutti i pazienti stati tutti dimessi, senza particolari conseguenze.
Ma cosa è successo?
La nube tossica – secondo quanto ha riferito il sindaco, Enrico Sozzi, – è stata provocata dall’erbicida, un diserbante che un coltivatore ha gettato su terreno senza ricoprirlo adeguatamente con la terra e il vento ha poi spinto la sostanza verso i vicini centri abitati, provocando forti irritazioni alle vie respiratorie e lacrimazione degli abitanti.
I vigili del fuoco, infatti, hanno effettuato un sopralluogo nella zona e hanno individuato un campo, proprio vicino alle case, da cui provenivano forti esalazioni.
La domanda sorge spontanea: ma gli erbicidi si maneggiano con questa incuria?

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook