Nube tossica a Milano: la colpa è di un diserbante

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ieri sera, verso le 23.00, la presenza di una strana nube tossica, ad est di Milano, ha gettato nel panico i cittadini della frazione di Premenugo nel comune di Settala.

Gli abitanti della zona – al passaggio della nube – hanno avvertito immediatamente dei forti malori, tanto che in venti sono andati in ospedale per farsi soccorrere (alcuni sono andati diretti al San Raffaele, altri a San Donato, Melegnano e Melzo).

Altri invece sono stati soccorsi dagli operatori del 118, che – arrivati sul posto – hanno deciso poi di restare tutta la notte, per medicare chi necessitava di soccorso ed evitare che si registrassero altre intossicazioni. Per due persone si è resa invece necessaria l’ambulanza. Questa mattina, per fortuna, tutti i pazienti stati tutti dimessi, senza particolari conseguenze.
Ma cosa è successo?
La nube tossica – secondo quanto ha riferito il sindaco, Enrico Sozzi, – è stata provocata dall’erbicida, un diserbante che un coltivatore ha gettato su terreno senza ricoprirlo adeguatamente con la terra e il vento ha poi spinto la sostanza verso i vicini centri abitati, provocando forti irritazioni alle vie respiratorie e lacrimazione degli abitanti.
I vigili del fuoco, infatti, hanno effettuato un sopralluogo nella zona e hanno individuato un campo, proprio vicino alle case, da cui provenivano forti esalazioni.
La domanda sorge spontanea: ma gli erbicidi si maneggiano con questa incuria?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook