Monte Bianco: il ghiacciao Planpinceux sta per venire giù più velocemente del previsto: accelera di 60 cm al giorno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una parte del ghiacciaio Planpicieux, pari a circa 27mila metri cubi, ha accelerato la velocità di slittamento e scivola di 60 centimetri al giorno.

Si tratta della parte frontale del ghiacciaio, una porzione che corrisponde al 10% del totale del Planpicieux.

Secondo gli esperti cadrà in tempi molto brevi, anche durante i prossimi giorni, ma trattandosi di una porzione relativamente piccola di ghiacciaio, le conseguenze dovrebbero essere limitate e non interessare strade e abitazioni.

“Dall’esperienza di monitoraggio, un settore con quella velocità e con quei volumi probabilmente cadrà nei prossimi giorni o settimane, ma sarà un evento limitato, che si arresta nel conoide immediatamente sotto il ghiacciaio e non avrà influenza sulle strade sottostanti.
Inoltre, la caduta del blocco più piccolo non allevia se non marginalmente il carico dei 250mila metri cubi che continuano a scendere a velocità costante”, ha spiegato Fabrizio Troilo della Fondazione Montagna sicura.

Il movimento della parte retrostante del ghiacciaio, che rappresenta la pare più consistente, rimane invece stabile a circa 35 centimetri al giorno.

La massa totale che dalla scorsa settimana è a rischio collasso è di circa 250 mila metri cubi di ghiaccio. A dare l’allarme sul pericolo del crollo del ghiacciao sono state la Regione Valle d’Aosta e della Fondazione Montagna sicura, dopo che è stata registrata un’accelerazione dello slittamento del ghiaccio.

Il ghiacciaio continua a essere monitorato da sistemi radar usati per il controllo delle frane e che riescono a percepire movimenti anche molto piccoli.

Nel momento in cui il Planpinceux dovesse crollare, Courmayeur e tutta la Val Ferret potrebbero subire conseguenze devastanti. Non potendo sapere con esattezza se e quando il ghiacciaio si staccherà, il Comune di Courmayeur ha deciso di chiudere al traffico la strada comunale della Val Ferret.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook