Marea nera: spesi 930 mln da Bp, Top Kill ancora in azione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono circa 930 i milioni di dollari spesi dalla British Petrolium per tentare di arginare la fuoriuscita di greggio dalla falla nel Golfo nel Messico. La marea nera, provocata dalla perdita di ben settantadue milioni di litri di petrolio, si sta espandendo a largo della Louisiana, ma l’operazione Top Kill, iniziata mercoledì e riavviata recentemente, dopo sedici ore di stop per problemi tecnici, sembrerebbe al momento aver trovato una soluzione.

Questa prevede l’immissione ad alta pressione di fango, detriti e materiali chimici all’interno della falla da cui sgorga il greggio e la successiva chiusura con un tappo di cemento all’estremità del giacimento. Il processo di raccolta continua, ma il pompaggio del materiale sembra richiedere comunque più tempo del previsto.

L’immissione di materiali nel pozzo ha rallentato intanto il flusso del petrolio, ma l‘esito – ha fatto sapere prudente la BP – non è comunque garantito, perché un “top kill” come quello in azione finora non è mai stato portato a quelle profondità. Intanto si considera anche la possibilità di un ulteriore piano, nel caso questo dovesse fallire, che consiste nella realizzazione di una cupola di cemento che andrebbe a sigillare la falla.

Oggi il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è andato in Louisiana per la seconda volta, ricordando che Bp è responsabile e che pagherà tutti i costi.
È ora di riformare le procedure – ha detto Obama – accentuare la sicurezza e, soprattutto, fare chiarezza: per anni c‘è stata una scandalosa relazione tra le compagnie petrolifere e l’agenzia preposta al controllo”.

Dopo la notizia del disastro, Elisabeth Birnbaum, responsabile dell’agenzia che dà il via libera alle trivellazioni, è stata rimossa dal suo incarico, perché accusata di non aver fatto il suo lavoro e di aver contribuito a sminuire i fatti.

Verdiana Amorosi

Leggi tutti gli articoli sul disastro del Golfo del Messico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook