Marea nera nel Golfo del Messico: Obama parlerà alla nazione del disastro e intanto lo paragona al dramma dell’11 settembre

Obama_oil_spill_nazione
Il disastro ambientale provocato dalla chiazza di petrolio nel Golfo del Messico è uno dei drammi più gravi che l’America abbia vissuto negli ultimi anni e la BP sarà costretta ad assumersi tutte le sue responsabilità per bonificare le zone del golfo e renderle così “un posto migliore di quello che era prima dell’esplosione della Deepwater Horizon”. Questo – in sostanza – il discorso di circa venti minuti che Obama farà alla nazione questa sera dalla Casa Bianca.
Si tratta di un vero e proprio evento e secondo quanto riportato dall’Huffington Post, il Presidente americano evidenzierà come il dramma scatenato dalla chiazza di petrolio renda ancor più evidente la necessità impellente di incrementare gli investimenti verso fonti di energia pulita ed alternativa e ridurre così la dipendenza degli Stati Uniti dal greggio.

Obama, che si è recato per la quarta volta sui luoghi del disastro, ha paragonato il dramma ambientale a quello dell’11 settembre – poiché entrambi gli eventi hanno mostrato la vulnerabilità del Paese – e ha annunciato che nel discorso difenderà l’operato della Casa Bianca di fronte allo stato di emergenza. Spiegherà cosa è stato necessario fare per arginare la chiazza e tranquillizzerà gli abitanti della zona, promettendo che con il tempo necessario tutto tornerà alla normalità.

Adesso non posso promettere alla gente di Theodore e della costa del golfo che l’olio sarà ripulito per tutta la notte. – ha fatto sapere in un’intervista – Non sarà così. Stiamo prendendo tempo affinché le cose tornino alla normalità, ma vi prometto questo, le cose ritorneranno alla normalità”.

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

corsi pagamento

seguici su facebook