Marea nera nel golfo del Messico: non ci sono abbastanza soldi nel pianeta per ripagare tutti i danni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La marea nera nel Golfo del Messico ha provocato così tanti danni che non ci sono i soldi per ripagare tutti coloro che hanno richiesto i risarcimenti. Questa l’amara notizia resa nota da Kenneth Feinberg, l’uomo che il governo americano ha incaricato di gestire il fondo di 20 miliardi di dollari messo a disposizione dalla BP per arginare le conseguenze del il disastro.

Secondo l’avvocato di Obama infatti, la BP pagherà tutto, ma poiché sono in molti a rivendicare dei risarcimenti (dall’albergo che non ha più prenotazioni per assenza di turisti, al pescatore che non può più continuare la sua attività, passando per coloro che non possono vendere le loro case perché il valore di mercato degli immobili è crollato in seguito al disastro), bisognerà stabilire di volta in volta la gravità del danno, l’eventuale diritto a ricevere dei risarcimenti e l’entità del risarcimento stesso.

Non c’e’ dubbio che il valore delle proprietà è diminuito. E questo non vuol dire che ogni proprietà abbia diritto al risarcimento” – ha fatto sapere l’avvocato, che ha aggiunto: “Non c’è abbastanza denaro al mondo per pagare tutti coloro che vorrebbero soldi“.

Intanto, l’uragano Alex si è avvicinato sensibilmente al luogo del disastro (pur non avendolo ancora raggiunto) e ha iniziato a creare problemi ai lavori di ripulitura della zona devastata dalla macchia oleosa. Allo stato attuale ci sono due navi cisterna in grado di catturare l’olio recuperato dalla falla (con un ritmo di venticinquemila barili al giorno), ma le onde alte di questi giorni hanno ritardato tutte le operazioni collaterali, utili ad arginare le conseguenze del disastro.

Ma la notizia più grave è che iniziano ad esserci le prime zone morte, dove la macchia di petrolio ha soppresso l’ossigeno rendendo quindi impossibile la vita alla flora e alla fauna. Zone desertificate, da dove gli animali sono costretti a fuggire nella speranza di trovare ossigeno altrove.

Leggi tutti gli articoli sulla marea nera del Golfo del Messico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook