Manovra economica: il commercio equo e solidale contesta misure fiscali sulle cooperative

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se la manovra economica resterà invariata, le misure fiscali previste sulle cooperative penalizzeranno il lavoro sociale e l’economia delle piccole società organizzate, che oggi costituiscono la preziosa realtà del mercato equo e solidale.

Per questo, l’Assemblea Generale del Commercio Equo e Solidale (AGICES) – l’associazione di categoria che monitora le Organizzazioni del commercio equo e solidale italiano – ha inviato questa mattina una lettera al Ministro dell’Economia Giulio Tremonti (ma anche ai Presidenti e ai Parlamentari di Camera e Senato) per chiedere che in sede di discussione dell’attuale Manovra economia vengano tenute in considerazione le pesanti conseguenze date dall’inasprimento fiscale a carico delle Società cooperative.

In questo modo – ha sottolineato l’AGICES – invece di valorizzare il lavoro sociale (oltre che economico) delle cooperative, si rischia di incidere negativamente e pesantemente sui progetti e sul futuro dell’intero settore”.

Inevitabilmente la crisi economica si riflette anche sul nostro lavoro – ha detto Alessandro Franceschini, Presidente AGICES – ma l’impegno e lo sforzo di migliaia di volontari e di milioni di consumatori ci spinge ad andare avanti, convinti che ognuno di noi possa e debba contribuire alla costruzione di un’economia più sostenibile ed equa e che la funzione sociale propria delle cooperative debba essere valorizzata e sostenuta, anche e soprattutto a livello istituzionale. Come organizzazione di categoria, dunque, vorremmo sottolineare come il regime fiscale delle cooperative – fondato non su privilegi, ma su benefici – sia in realtà figlio del dettato della nostra Costituzione e soprattutto sia correlato ad obblighi societari ben precisi, a partire dal concetto di mutualità e di assenza di fini di speculazione privata”.

Non resta quindi che sperare in un iter parlamentare, che valuti attentamente la pericolosità della manovra economica.

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook