Nella baia di Manila spariscono i rifiuti e l’acqua torna limpida e blu

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le acque di Manila Bay piano piano stanno tornando ad essere blu. Uno spiraglio di speranza arriva, infatti, da tanti residenti nella zona che in questi giorni stanno postando sui social, uno scenario completamente diverso rispetto a quello di qualche anno fa, in cui rifiuti di ogni tipo galleggiavano in questa baia.

Le Filippine sono al terzo posto tra i Paesi che più inquinano gli oceani, dopo Cina ed Indonesia e prima di Thailandia, Vietnam e Malaysia. Fino a qualche anno fa, Manila inquinava l’ambiente marino con circa 1,88 milioni di tonnellate di “rifiuti di plastica non smaltiti”. Per questo, nel gennaio dello scorso anno, era iniziato un programma di bonifica e conservazione con la pulizia costiera su larga scala: 5mila volontari avevano raccolto 11 camion di rifiuti di ogni tipo.

Un piano che chiaramente non è stato fatto dall’oggi al domandi e che secondo il segretario del Dipartimento dell’Ambiente e delle risorse naturali (DENR) Roy Cimatu continuerà fino al 2022 fino a quando la baia non verrà ripristinata “al suo antico splendore”. Ma dietro il ripristino c’è anche tutta una questione legale. La Corte suprema aveva ordinato la bonifica nel lontano 2008 dopo la denuncia di alcuni cittadini che erano preoccupati non solo per la salute dell’ambiente, ma anche per la loro. Si era arrivati in tribunale perché questi cittadini accusavano il governo di negligenza, stabilendo che non si stava facendo abbastanza per tenere pulita Manila Bay.

Questa è un’immagine di com’era prima:

manila bay

©Aldarinho/Shutterstock

Come appare oggi:

Ecco perché queste foto diventate virali stanno finalmente portando un barlume di speranza: non solo non si vedono più migliaia di rifiuti, ma si vede il colore del mare, tornato ad essere blu.

Fonte: Inquirer.net/Asia news

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook