I mozziconi di sigaretta inquinano più della plastica monouso e non fanno germogliare i semi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I mozziconi di sigaretta che vengono gettati a terra, buttati fuori dai finestrini delle auto e abbandonati sulle spiagge con leggerezza hanno effetti devastanti sui mari e sul suolo e probabilmente inquinano più della plastica monouso.

Mentre per quanto riguarda l’inquinamento da plastica monouso molti governi, amministrazioni e aziende si stanno impegnando per ridurre l’uso di materiali plastici o per cercare alternative, il problema dei mozziconi di sigarette sembra non destare preoccupazione.

Eppure ogni anno vengono prodotti 5,6 trilioni di sigarette e ben 4,5 trilioni di filtri vengono abbandonati nell’ambiente, rendendo i mozziconi di sigarette la principale causa di inquinamento plastico nel mondo.

Nella maggior parte dei casi infatti, i filtri delle sigarette sono prodotti con acetato di cellulosa, un materiale plastico che impiega oltre dieci anni a decomporsi. Inoltre, i mozziconi contengono anche sostanze tossiche presenti nel tabacco e questo li rende ancora più inquinanti rispetto alla plastica monouso.

Così come per la plastica, anche i mozziconi di sigaretta inquinano gli oceani e danneggiano la fauna marina poiché possono essere facilmente ingeriti dagli animali a causa delle loro piccole dimensioni.

mozziconi-sigaretta nei pesci

mozziconi sigaretta polli

Non solo: i mozziconi di sigaretta abbandonati nell’ambiente hanno gravi ripercussioni anche sul suolo e sulla vegetazione.

LEGGI anche: Mozziconi di sigaretta al primo posto tra i rifiuti oceanici, inquinano più della plastica

Una nuova ricerca dell’Università Anglia Ruskin ha infatti analizzato i danni sulla vegetazione causati dai mozziconi di sigaretta rivelando che la presenza di filtri di sigarette nel terreno riduce il successo della germinazione dei semi e dello sviluppo delle piante.

Nello studio sono state analizzate la germinazione e la crescita del trifoglio e dell’erba. La germinazione dei semi di trifoglio è risultata inferiore del 27% mentre la crescita è diminuita del 28%. La germinazione e la crescita sono risultate minori anche nell’erba, rispettivamente del 10 e del 13%.

Secondo la dottoressa Dannielle Green, autrice principale dello studio, i mozziconi gettati a terra sono socialmente accettati eppure causano gravi danni all’ambiente e questa nuova ricerca ha provato l’esistenza dell’impatto tra presenza di filtri nel suolo e sviluppo delle piante.

Sappiamo bene quanto l’inquinamento da plastica stia minacciando i nostri mari, la fauna acquatica e la nostra salute e la lotta alla plastica monouso deve continuare.

Parallelamente però dovremmo anche combattere l’abbandono dei mozziconi di sigarette per strada e sulle spiagge poiché i filtri nell’ambiente rappresentano un problema ancora più grande in termini di inquinamento ambientale.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook