Incendi sui Pirenei: 5000 abitazioni senza elettricità, evacuati escursionisti e residenti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nella giornata di ieri un vasto incendio si è sviluppato sulla catena montuosa dei Pirenei, lasciando circa 5mila abitazioni senza elettricità e costringendo l’evacuazione di oltre un centinaio di escursionisti e cittadini.

Le cause dell’incendio sono ancora da chiarire, ma sembra sia stato provocato – come spesso accade – da una pratica agricola non dichiarata, volta a ripulire i campi attraverso l’uso fuoco. Una moltitudine di piccoli focolai ha interessato tutta l’area: i due principali sono stati individuati nella zona del Passo Ibardin, in Spagna, e a La Rhune, a 905 metri. In breve tempo le fiamme si sono propagate a causa dei forti venti e delle temperature miti che hanno favorito la diffusione dell’incendio.

Sebbene le fiamme si siano pericolosamente avvicinate alle abitazioni, fortunatamente non ci sono state vittime e la situazione oggi è sotto controllo, grazie all’intervento di oltre 170 vigili del fuoco e ai tanti cittadini che hanno dato il loro contributo per domare le fiamme. Molte famiglie sono però ancora senza elettricità nelle aree di Espelette, Hasparren e Mauléon. Restano ancora da valutare i danni all’ambiente e alla vegetazione. Nel frattempo è stata avviata un’indagine per identificare gli eventuali responsabili del disastro.

Fonte di riferimento: France Info

Leggi anche:

  • Il Pantanal è devastato dagli incendi: la più grande zona umida del mondo continua a bruciare in silenzio
  • I gravi incendi in Australia hanno raffreddato la Terra, riducendo la luce del Sole
  • Piante ignifughe: le specie che resistono al fuoco (e possono “salvarci” dagli incendi)
  • Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
    Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
    Foodspring

    Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

    Speciale Fukushima 10 anni

    11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

    eBay

    Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

    NaturaleBio

    ebay

    Seguici su Instagram
    seguici su Facebook