Australia: finalmente domato l’incendio più grande, si attende la “bomba d’acqua” che potrebbe finalmente spegnere le fiamme

Pompieri Australia

I devastanti incendi che da settembre a oggi stanno interessando le regioni meridionali dell’Australia sembrano avere finalmente le ore contate.

I pompieri del Nuovo Galles del Sud hanno infatti affermato di essere riusciti domare uno dei maggiori incendi nell’area montuosa dei Gospers, a nord-ovest della periferia di Sydney. In questa zona, le fiamme bruciavano in modo incontrollato da tre mesi, durante i quali sono andati distrutti circa 8mila km2 di terreni.

Inoltre nel paese sono previste imminenti e intense piogge che dovrebbero mettere la parola fine all’incubo che gli australiani stanno vivendo da mesi.

I vigili del fuoco australiani, stremati dopo mesi di durissimo lavoro, tengono le dita incrociate e aspettano insieme alla cittadinanza la “bomba d’acqua” annunciata dal Bureau of Meteorology del Nuovo Galles del Sud.

“Se le previsioni sulle precipitazioni si concretizzeranno, avremo tutti i regali di Natale, compleanno, fidanzamento, anniversario, matrimonio e laurea riuniti in uno. Dita incrociate”, ha scritto il NSW Rural Fire Service su Twitter

La bellissima notizia, che ci auguriamo venga confermata, arriva dopo circa quattro mesi di incendi che hanno causato la morte di almeno 27 persone, oltre a spazzare via più di 2.000 abitazioni.

Le fiamme hanno percorso le aree boschive del Sud dell’Australia sfuggendo al controllo dei pompieri, a causa del clima particolarmente secco e dei forti venti.

Negli ultimi mesi, gli incendi devastanti hanno bruciato circa otto milioni di ettari di terreno, soprattutto foreste di eucalipti e savana, e provocato la morte di almeno un miliardo di animali selvatici, domestici e d’allevamento.

Normalmente in questo periodo nella zona di Sidney si registrano mediamente 102 millimetri di precipitazioni, mentre ad oggi si sono verificate piogge per poco più di 6 millimetri.

L’emergenza per ora non è ancora rientrata, poiché ci sono ancora circa un centinaio di incendi attivi, di cui 40 non ancora contenuti.

Da oggi però e per i prossimi giorni si prevede l’arrivo del ciclone Claudia che porterà abbondanti piogge nelle regioni occidentali dell’Australia e che si spera si estenda anche a Sud del paese. Se così fosse, i vigili del fuoco riceverebbero un enorme aiuto nel domare i devastanti incendi ancora attivi.
Teniamo dunque le dita incrociate per l’Australia e per tutti gli australiani.

Leggi anche:

Foto cover

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario Saponi e cosmetici fai da te, "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Seguici su Instagram
seguici su Facebook