Incendi e forti raffiche di vento in Val Susa. Evacuato lo stabilimento dell’acqua Sant’Anna

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo incendio è scoppiato oggi intorno alle 14 nei boschi tra Susa, Bussoleno e Mattie, in provincia di Torino. Mentre a Vinadio (CN) le forti raffiche di vento hanno scoperchiato una parte del tetto dello stabilimento dell’acqua Sant’Anna che è stato evacuato.

Sono passati solo 8 giorni da quando, domenica scorsa, si era verificato un incendio tra i boschi sopra borgata Coldimosso al confine tra Susa e Bussoleno. Oggi il bosco brucia nuovamente e il tutto è aggravato dal forte vento che tira sul Piemonte, effetto della tempesta Ciara che sta creando molti problemi in diverse zone d’Europa.

L’incendio si è rapidamente esteso diventando visibile anche da chi percorreva l’autostrada del Fréjus.

Sul posto sono intervenute prontamente diverse squadre di vigili del fuoco impegnate a domare gli incendi che, fortunatamente, non minacciano alcun centro abitato. L’allerta comunque rimane alta anche a causa della siccità che si registra in questi giorni in Val di Susa e che ha contribuito a creare altri focolai di incendi nella zona, tutti domati prima che potessero estendersi.

Nel frattempo il vento hanno fatto non pochi danni allo stabilimento Sant’Anna di Vinadio. Una raffica a 100 km/h di velocità è riuscita a scoperchiare una parte del tetto dello stabilimento in provincia di Cuneo facendo cadere le lamiere sul parcheggio delle auto. Per questo l’edificio è stato evacuato in via precauzionale e la produzione temporaneamente sospesa.

Fonti di riferimento: La Stampa/La Repubblica

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook