Apocalisse di fuoco in California: gli incendi tornano ancora una volta, 100mila persone evacuate

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Circa 100mila persone sono state costrette a lasciare le proprie abitazioni in California, a causa di nuovi incendi che stanno devastando la contea di Orange. Torna la paura negli Usa, o forse non è mai passata. Da agosto le fiamme stanno divorando milioni di ettari di foreste.

E sta accadendo ancora. Gli incendi stanno continuando a diffondersi nella California meridionale anche a causa dei forti venti provienti dall’entroterra e dell’aria secca, costringendo quasi 100.000 persone a lasciare rapidamente le proprie case.  I due incendi principali alla base delle evacuazioni di massa in corso in queste ore sono il Silverado Fire a Irvine e il Blue Ridge Fire a Yorba Linda.

Le autorità locali hanno diramato l’allerta rossa per l’intero stato, considerate le condizioni “critiche”. Quasi un milione di californiani sono rimasti senza elettricità ieri mattina a causa delle interruzioni di corrente per ridurre il rischio di innescare altri grandi incendi. Alcune sono state causate anche dal vento che ha abbattuto alberi e linee elettriche.

Due giovani vigili del fuoco sono rimasti gravemente feriti lunedì mentre combattevano l’incendio di Silverado, secondo la Orange County Fire Authority. In poche ore le fiamme hanno bruciato quasi 45oo ettari di foreste, e solo il 5% è stato contenuto. L’altro rogo, il Blue Ridge Fire è cresciuto in modo significativo martedì bruciando circa 6.000 ettari, danneggiando 10 case danneggiate a Yorba Linda. Si tratta comunque di cifre provvisorie e in continua evoluzione.

Colpa anche dei forti venti

Purtruppo ancora adesso la situazione è critica visto che i venti sono ancora forti e stanno favorendo una rapida diffusione del fuoco. I venti estremi di questa settimana hanno reso ancora più pericolose le condizioni nell’area di Los Angeles, come non accadeva da ottobre 2019, secondo i meteorologi del National Weather Service.

I forti venti secchi degli ultimi due giorni da soli probabilmente non avrebbero generato uno scenario ad alto rischio se la California nel corso del mese di ottobre avesse ricevuto acqua piovana ma purtroppo da mesi non piove nello stato, creando le condizioni ideali per gli incendi.
ANNO DOMINI

Gran parte della California settentrionale continua a soffrire di siccità da grave a estrema e ciò èaggravato anche dal caldo record. I mesi di agosto e settembre sono stati classificati come i più caldi dello stato dall’inizio dei record nel 1895.

Qui le foto e i video degli incendi

https://youtu.be/CPHW6tZ4o4E

 

La California è nel mezzo della sua peggiore stagione di incendi mai registrata, con più di 1,6 milioni di ettari bruciati, più del doppio della superficie bruciata lo scorso anno. Inoltre, almeno 9.200 strutture sono state distrutte e 31 persone uccise. In questa stagione si sono verificati cinque dei primi sei più grandi incendi mai registrati nello stato, incluso il più esteso, l’August Complex.

Una stagione decisamente da dimenticare.

Fonti di riferimento: National Weather Service, Twitter/cal_fire, California Department of Forestry and Fire Protection, Fire.ca

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook