L’Artico brucia, più di 100 incendi scoppiati in Siberia e Alaska: stanno sciogliendo il ghiaccio

Incendi in Alaska da record

Nell’ultimo mese oltre 100 incendi sono scoppiati nell’Artico e le fiamme che divampano in Siberia e Alaska stanno sciogliendo i ghiacci.

L’Organizzazione Meteorologica Mondiale ha dichiarato che si tratta di un evento senza precedenti, molto pericoloso a causa delle elevate emissioni di CO2 nell’atmosfera, corrispondenti nel solo mese di giugno a 50 megatoni, l’equivalente delle emissioni annuali di anidride carbonica della Svezia. Dati che fanno paura anche perché l’inquinamento si può propagare a centinaia di chilometri di distanza.

Ma a cosa sono dovuti questi incendi? Secondo gli scienziati il riscaldamento globale, pur non essendo la causa, li amplifica aumentando le probabilità che divampino.

Un problema tutt’altro che trascurabile dato che dal 2001 in avanti si sono registrati gli anni più caldi di sempre, con conseguenze quali siccità crescente, scioglimento dei ghiacciai, incendi che bruciano per tempi più lunghi, causando quindi più danni.

A proposito di incendi, a evidenziare gli effetti devastanti del riscaldamento globale, ci ha pensato anche uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications dal gruppo del climatologo Marco Turco, secondo il quale gli incendi potrebbero addirittura raddoppiare nella sola area mediterranea entro il 2099. Motivo per cui le strategie per arginarli dovranno assolutamente subire un cambiamento, soprattutto in termini di prevenzione.

Nel frattempo, altri paesi nordici stanno avendo problemi simili all’Artico con ulteriori incendi divampati in Svezia, Norvegia, Finlandia, Russia, Groenlandia.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Fonte e Photo Credit: Nasa

 

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

corsi pagamento

seguici su facebook