Il 2014 è stato l’anno più caldo di sempre. Il Papa: ‘Colpa dell’uomo’

terra 2014

Il 2014 è stato l’anno più caldo mai registrato, fin dal 1880. Non ci stupisce affatto visto che anche agosto e settembre erano stati segnalati come mesi da record, anch’essi i più caldi della storia. Ma adesso a bocciare l’anno appena trascorso sono state due autorità in materia, da una parte la Nasa e dall’altra la National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa).

Secondo la Nasa, non solo il 2014 è l’anno più caldo della storia ma i 10 anni più caldi di sempre rilevati dagli strumenti, con l’eccezione del 1998, si sono verificati a partire dal 2000. Questa tendenza è dovuto all’aumento ormai senza fine delle temperature globali sul pianeta come ha rilevato il Goddard Institute della Nasa.

Dal 1880, la temperatura media della superficie terrestre è aumentata di circa 1,4 gradi Fahrenheit pari a 0,8 gradi Celsius. Inutile sottolineare che la responsabilità ricade in gran parte sull’attività umana con l’aumento di anidride carbonica e di altre emissioni di gas serra nell’atmosfera. Anche il papa di recente lo ha sottolineato. Lo scorso giovedì, il pontefice, che più volte ha rivolto la sua attenzione alle tematiche ambientali, ha ribadito che l’uomo è il principale responsabile del cambiamento climatico. Papa Francesco spera inoltre che la conferenza di Parigi di quest’anno possa assumere una posizione coraggiosa per proteggere l’ambiente. “Non so se è tutta colpa dell’uomo, ma per la maggiore parte lo è, è l’uomo che schiaffeggia continuamente la natura“, ha detto.

Tornando alle analisi, quella indipendente realizzata dalla Noaa si basa su dati grezzi e non ha fatto altro che confermare quanto osservato anche dalla Nasa: il 2014 è stato l’anno più caldo, come mostrano i grafici che seguono:

temperaturenoaa1

temperaturenoaa2

temperaturenoaa3

temperaturenoaa4

Il video mostra invece la variazione della temperatura media globale dal 1880 al 2014:

Questo è l’ultimo di una serie di anni caldi, in una serie di decenni caldi. Se la classifica dei singoli anni può essere influenzata da modelli meteorologici caotici, le tendenze a lungo termine sono attribuibili a fattori di cambiamento climatico che in questo momento sono dominati dalle emissioni umane di gas serra”, ha detto il direttore del GISS della Nasa Gavin Schmidt.

Francesca Mancuso

Foto e grafici: Nasa e Noaa

LEGGI anche:

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

tuvali
seguici su Facebook