@Andriy Popov/123rf

Gli Stati Uniti limitano il consumo di idrofluorocarburi, i potenti gas refrigeranti usati nei freezer e nei condizionatori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti ha emesso una norma per limitare e ridurre gradualmente la produzione e il consumo di idrofluorocarburi dannosi per il clima (HFC) e introdurre anche l’uso di alternative più rispettose del clima ed efficienti dal punto di vista energetico 

Arriva dall’EPA, l’Ente americano per la protezione ambientale, lo stop all’uso degli idrofluorocarburi (HFC), molto utilizzati nei frigoriferi domestici e nei condizionatori d’aria e spesso dispersi nell’ambiente soprattutto dalle apparecchiature usate nei supermercati. L’obiettivo è ridurre il volume di idrofluorocarburi dell’85% entro il 2035.

Secondo l’EPA, la riduzione graduale globale degli HFC eviterà fino a 0,5 °C di riscaldamento globale entro il 2100 e non solo: l’amministrazione Biden-Harris vorrà anche prevenire il commercio, la produzione, l’uso o la vendita illegali di HFC, sostenere la transizione alle alternative agli HFC attraverso la ricerca e l’acquisto e incoraggiare il recupero e il riciclaggio degli HFC da apparecchiature ritirate, riducendo così ulteriormente la produzione di HFC.

Ma cosa sono gli idrofluorocarburi (HFC) e perché sono tanto pericolosi?

Si tratta di gas refrigeranti che hanno fatto il loro ingresso nel mercato alla fine degli anni ’80 in sostituzione dei clorofluorocarburi (CFC) e degli idroclorofluorocarburi (HCFC), delle sostanze dannose per l’ozono stratosferico. Pur non contribuendo all’assottigliamento dello strato di ozono, gli HFC sono dei potenti gas serra e un incremento nel loro utilizzo comportato negli ultimi due decenni la crescita esponenziale delle emissioni complessive dei gas fluorurati ad effetto serra.

Quanto pesa questa decisione sul bilancio emissivo degli Stati Uniti, il secondo produttore mondiale di gas climalteranti dopo la Cina? Secondo l’EPA, da qui al 2050 il provvedimento consentirà di tagliare 4,7 mld di t di CO2, pari a tre anni di emissioni dal settore energetico del paese ai livelli del 2019.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: EPA

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook