Fukushima, la conferma di Tepco: acqua radioattiva nell’Oceano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

I sospetti erano fondati. Le acque contaminate provenienti dalla centrale nucleare di Fukushima Daichii sono finite davvero nell’oceano. Per la prima volta, la Tepco, società che gestisce l’impianto danneggiato dal terremoto del Giappone, ha ammesso che le acque sotterranee radioattive sono fuoriuscite in mare, alimentando i timori sulla contaminazione dell’oceano.

Altre pessime notizie per gli abitanti della zona, già duramente provati dal disastro nucleare. Dopo la tegola dei 2mila lavoratori Tepco ha rischio cancro e quella della frutta deformi,

L’ammissione è avvenuta il giorno successivo alle elezioni per il rinnovo parziale della Camera Alta, che hanno visto uscire vincitori i Liberaldemocratici del premier Shinzo Abe, tendenzialmente a favore del riavvio dei reattori nucleari nel paese.

L’ipotesi che le acque contaminate fossero finite nel suolo e poi in mare era stata avanzata all’inizio del mese di luglio, a seguito del monitoraggio della Nuclear Regulation Authority giapponese. Allora, l’NRA sospettò che i campioni di acque sotterranee prelevati nella zona di Fukushima potesseo contenere livelli elevati di sostanze cancerogene, tra cui cesio-134, in quantità 110 volte più elevate rispetto a quanto rilevato nel corso delle settimane precedenti. Anche la Tepco aveva confermato di aver rilevato alte densità di trizio e di stronzio.

Ma ora siamo convinti che l’acqua contaminata sia andata verso il mare,” ha detto un portavoce della Tepco, che ha però parlato di un limitato impatto da parte dell’acqua radioattiva in mare. “I dati del mare non hanno mostrato alcun aumento anomalo dei livelli di radioattività.”

Tuttavia, secondo gli esperti, tale perdita può influenzare la vita marina e, in definitiva avere un impatto anche sull’uomo, attraverso la catena alimentare.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Fukushima: 2mila dipendenti rischiano il cancro ala tiroide

Fukushima: esce vapore dal reattore nucleare distrutto

– Fukushima: frutta e verdura deformi. Colpa del disastro nucleare? (foto)

Fukushima: livelli di radioattività record nelle acque dell’Oceano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook