Disastro ambientale in corso in India: fuga di gas da impianto chimico, morti e feriti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Altro disastro ambientale da fine del lockdown: questa volta siamo in India, dove una perdita di gas in una fabbrica chimica ha causato almeno 10 morti, tra cui due anziani e una bambina di otto anni, mentre oltre 5.000 persone avrebbero accusato malori. Cinque villaggi sarebbero stati evacuati.

È accaduto nello stato meridionale dell’Andhra Pradesh, nella città di Visakhapatnam, nota anche come Vizag. Qui, secondo quanto ricostruito dal giornale locale Times India, la fuoriuscita di gas si è verificata nello stabilimento LG Polymers tra le 2.30 e le 3 ora locale (tra le 6 e le 6.30 in Italia) e si è diffusa su un raggio di circa quattro chilometri, coprendo almeno cinque città limitrofe.

La LG Polymers è uno dei principali produttori di polistirolo in India. L’azienda utilizza lo stirene, un materiale altamente infiammabile che rilascia gas velenosi durante la combustione, come materia prima per i suoi prodotti.

gas india

©Times Now

I servizi di emergenza hanno evacuato i villaggi e hanno isolato un raggio di 3 chilometri intorno allo stabilimento.

Attualmente stiamo valutando l’entità del danno ai residenti in città e stiamo adottando tutte le misure necessarie per proteggere residenti e dipendenti”, ha detto la LG Chem, lazienda sudcoreana cui appartiene la società LG Polymers India.

Nella stessa nota la società precisa che la situazione è “sotto controllo”.

gas india

©Times Now

Tuttavia le autorità sanitarie locali hanno dichiarato che il bilancio delle vittime potrebbe crescere. La diffusione dei vapori di monomero di stirene nell’aria dipende di fatto dalla velocità del vento e lo stirene stesso è un liquido inodore che rilascia gas velenosi quando viene bruciato.

QUI tutti gli aggiornamenti.

Fonti: Times of India / Reuters

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook