Nuova eruzione dell’Etna: spettacolari colate di lava, anche nella notte

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Etna torna ancora a dare spettacolo. Il vulcano siciliano la scorsa notte si è reso protagonista di una nuova eruzione. A monitorarlo è l’Osservatorio etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, che alle 5:37 ha registrato una colata di lava sommitale.

Secondo l’Ingv, questa mattina si sono aperte due piccole fratture eruttive che alimentano l’attività stromboliana, subito sotto al Nuovo Cratere di Sud-Est. Intanto dai crateri sommitali continua l’emissione di ceneri vulcaniche.

L’eruzione in realtà era già stata preannunciata ieri sera dall’aumento dei piccoli terremoti che di solito anticipano un’eruzione e la risalita del magma nei condotti dei crateri. Attorno alle 3.30 del mattino, le telecamere di sorveglianza dell’Ingv hanno registrato l’apertura di una bocca effusiva alla base meridionale del Nuovo cratere di Sud Est e a seguire l’emissione di una colata lavica.

Alle 5.30 circa infatti la lava ha iniziato a venire fuori dalle fratture situate al di sotto del Nuovo cratere di Sud Est.

“Di parossismo proprio non parlerei in questo momento – ha detto il vulcanologo Boris Behnke – c’è una debole attività stromboliana da diverse bocche sui fianchi nord-est e sud-sudest del Nuovo Sud-Est, con emissione di piccole colate di lava. Questa è una tipica attività ‘sub-terminale’, e fin quando va avanti così, non è per niente pericolosa per le popolazioni”.

Qui alcune immagini postate su Twitter:

L’eruzione sta giù tenendo col fiato sospeso residenti e appassionati, pronti a immortalare soprattutto nelle ore notturne la discesa della lava. Al momento a rovinare lo spettacolo è una spessa coltre di nubi ma non è escluso che il vulcano siciliano possa accontentare i suoi ammiratori.

Qui i video dell’eruzione del 30 maggio:

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook