Ravenna: Escherichia coli rientrata nei limiti e il mare diventa di nuovo balneabile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono stati giorni difficili al Lido di Savio, una delle spiagge più frequentate dai ravennati, dove è stata riscontrata una contrazione eccessiva del batterio Escherichia coli, nettamente superiore ai limiti consentiti dalla legge. Una situazione che ha fatto scattare il divieto di balneazione nelle acque antistanti il lido e la conseguente preoccupazione di bagnanti e gestori degli stabilimenti.

Per 48 ore le acque della zona sono state monitorate e nel frattempo le correnti hanno fatto il loro lavoro, portando via e diluendo la contrazione dell’escherichia coli, ormai tornato a livelli accettabili.

I dati positivi erano già arrivati mercoledì, ma per legge era necessario attendere la fine delle 48 ore di monitoraggio delle acque, al termine delle quali l’Arpa ha comunicato i dati degli ultimi controlli all’Ausl, che ha dato il via libera alla rimozione dei cartelli di divieto, riaprendo così la stagione dei bagni.

Abbiamo avuto un bel danno d’immagine e paghiamo colpe che non sono nostre, perché mi risulta che il problema venga dal fiume e non dal mare — ha detto Maurizio Rustignoli, presidente della cooperativa spiaggia Ravenna — L’ordinanza era un atto dovuto, inoltre l’Ausl quest’anno ha rivisto i parametri in senso ancor più preventivo. Ad ogni modo mi risulta che il tutto stia per rientrare”.

Il problema è che a ridurre la concentrazione del batterio è stata semplicemente la corrente marina, pertanto il rischio di forte inquinamento delle acque balneabili resta sempre e comunque dietro l’angolo!

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook