Leonardo DiCaprio risponde a Bolsonaro sulle accuse di aver finanziato i roghi in Amazzonia

Leonardo Di Caprio e Bolsonaro

Continua il botta e risposta tra Leonardo DiCaprio e Jair Bolsonaro, dopo che il presidente brasiliano aveva accusato l’attore di finanziare direttamente le Ong che avrebbero provocato gli incendi in Amazzonia.

Ambientalista e sempre in primo piano per sostenere il Pianeta e le comunità indigene, DiCaprio respinge le accuse e sui social risponde a tono, soprattutto perché ricordiamolo, è stato tra i primi a dare un sostegno concreto per fermare i roghi che hanno distrutto buona parte della Foresta amazzonica.

Su Instagram rivolgendosi a Bolsonaro, ma senza mai nominarlo, pubblica una nota stampa ufficiale:

“In questo momento di crisi per l’Amazzonia, sostengo il popolo brasiliano che lavora per salvare il proprio patrimonio naturale e culturale. Sono un esempio straordinario, commovente e umile dell’impegno e della passione necessari per salvare l’ambiente. È in gioco il futuro di questi insostituibili ecosistemi e sono orgoglioso di sostenere i gruppi che li proteggono”.

Come sappiamo, DiCaprio ha una fondazione, la Earth Alliance, e lo scorso agosto aveva donato 5 milioni di dollari contro gli incendi. Ma di altro parere è sembrato il presidente Bolsonaro:

“Questo Leonardo DiCaprio è un ragazzo eccezionale, vero? Fornisce denaro per incendiare l’Amazzonia”.

E ancora:

“Leonardo DiCaprio ha donato 300.000 USD alla ONG che ha dato fuoco all’Amazzonia, il @WWF ha pagato $ 70.000 per le foto della foresta in fiamme. Macron e Madonna erano più intelligenti, hanno appena preso alcune foto scattate decenni fa di una foresta in fiamme su Internet e le hanno pubblicate”.

L’attore rimanda le accuse al mittente:

“Sebbene meritevoli di sostegno, non abbiamo finanziato le organizzazioni interessate. Mi impegno a sostenere le comunità indigene brasiliane, i governi locali, gli scienziati, gli educatori e il pubblico in generale che lavorano instancabilmente per proteggere l’Amazzonia per il futuro di tutti i brasiliani”.

Fondata da DiCaprio, Laurene Powell Jobs e Brian Sheth, Earth Alliance è un’organizzazione ambientalista no profit, guidata da un team di gestione indipendente di scienziati e ambientalisti, che lavora per proteggere gli ecosistemi e la fauna selvatica, garantire giustizia climatica, sostenere le energie rinnovabili e garantire i diritti degli indigeni. Lo stesso DiCaprio scende in campo da anni non solo per l’Amazzonia, ma per numerose cause ambientaliste. Questo sembra non andare proprio giù a Bolsonaro che dopo aver accusato le comunità indigene di aver appiccato il fuoco, adesso passa la palla alla star di Hollywood.

Leggi anche:

Giornalista professionista, laureata con lode in Scienze Politiche e con un master in Comunicazione Pubblica e Politica. Vincitrice di due premi giornalistici per la realizzazione di due documentari. A settembre 2017 pubblica "Appunti di antimafia. Breve storia delle azioni della ‘ndrangheta e di quelli che l’hanno contrastata".
Hello Fish!

Preservare i nostri mari un passo alla volta, a partire dalla stagionalità del pesce

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Coop

Mini-muffin al cioccolato serviti e cotti nella buccia di clementine

Coop

Natale Green, dal menù ai regali, dalle decorazioni alla tavola, la guida per le feste

Seguici su Instagram
seguici su Facebook