Terra dei fuochi: diventa competenza esclusiva del ministero dell’Ambiente per velocizzare le bonifiche

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Taera dei fuochi, un primo passo è fatto. Dopo settimane di ritardi, il Consiglio dei Ministri si è riunito ieri per riordinare e attribuzioni di alcuni ministeri, passando alcune competenze al Ministero dell’ambiente.

Il decreto-legge approvato ieri sera introduce dunque delle disposizioni urgenti, tra cui rientra anche quella legata alla Terra dei fuochi. Il testo trasferisce infatti al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare le funzioni in materia di emergenza ambientale finora esercitate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e dalle Politiche agricole, ma anche i compiti in materia di contrasto al dissesto idrogeologico, di difesa e messa in sicurezza del suolo e di sviluppo delle infrastrutture idriche.

Come ha spiegato il Ministro dell’ambiente Costa, si tratta di un grande passo avanti nella lotta contro questa terribile piaga che ha colpito il territorio e gli abitanti della Campania.

“Sono davvero felice per l’approvazione in Consiglio dei Ministri del decreto che che abbiamo chiamato tutti Terra dei Fuochi ma che comprende anche altre importanti deleghe al Ministero dell’Ambiente” sono le parole del Ministro. “È il primo passo, importantissimo, per poter scrivere un secondo decreto sulla messa in sicurezza definitiva delle ‘terre dei fuochi’ di tutta Italia”.

Secondo quanto previsto dal decreto, passeranno al Ministero dell’Ambiente le competenze su terra dei fuochi, prima in capo al ministero dell’Agricoltura.

decretoterrafuochi

“L’abbiamo detto e lo abbiamo fatto: ?’???????? ????? ?? ?????. Adesso si lavora con i gruppi parlamentari per la conversione in legge ma sono persuaso che non troveremo ostacoli perché l’ambiente non ha colori e il benessere dei cittadini e del nostro Paese devono essere priorità di tutti. Sono felice di servire i cittadini per i cittadini e per il nostro territorio negli anni martoriato. Questo è solo l’inizio del cambiamento”.

Oltre alla terra dei fuochi, il decreto prevede anche il passaggio al Ministero dell’ambiente delle competenze sul dissesto idrogeologico e quelle sull’economia circolare, con l’obiettivo di “dare davvero impulso a tutta la filiera dell’imprenditoria, con benefici per l’ambiente e per il lavoro”.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook