Courmayeur: valanga si stacca dal Monte Bianco e uccide due sciatori

È successo poco fa a Courmayeur, sul Monte Bianco, dove una valanga ha travolto due sciatori a Punta Helbronner dopo essersi staccata a quota 3mila metri, sotto la stazione di arrivo della funivia SkyWay. Purtroppo Edoardo Camardella, maestro di sci di La Thuile, e Luca Martini di Finale Ligure sono entrambi morti, estratti dalla neve dai soccorritori.

Questa zona è frequentata soprattutto da sciatori fuoripista e a quanto pare, secondo il bollettino valanghe dell’Arpa, in mattinata il pericolo risultava marcato. Sul loro sito si legge infatti che il pericolo principale per la giornata di oggi è rappresentato dalla presenza “di lastroni superficiali di neve ventata sopra i 2000 m, il cui distacco è possibile al passaggio di un singolo sciatore/escursionista.”

Pericolo che aumenta sui pendii molto ripidi sottostanti le creste e i colli. E per quanto riguarda le valanghe spontanee, il bollettino avverte che in alta quota sono possibili distacchi spontanei di lastroni superficiali mentre in basso indica l’eventualità di “possibili valanghe di neve bagnata, soprattutto dai pendii molto ripidi soleggiati.

A quanto pare non ci sono state ulteriori vittime secondo gli ultimi aggiornamenti del Soccorso Alpino Valdostano impegnato nelle ricerche.

Ti potrebbe interessare anche:

Hotel sommerso dalla neve: i soccorritori arrivano con gli sci, ancora 20 dispersi

Photo Credit: Twitter

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Gewiss

Joinon: le nuove colonnine di ricarica smart che si gestiscono via app

TuVali

+ di 100 corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ su TuVali.it

Izanz

Quanti e quali tipi di zanzare esistono in Italia?

Coop

L’impegno di Coop nell’emergenza coronavirus

Roma Motodays
Seguici su Instagram
seguici su Facebook