COP15: cosa significa. Breve storia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ci sono arrivate diverse mail con la richiesta di delucidazioni circa il significato di cop15.

Non è effettivamente chiaro, molti hanno avanzato l’ipotesi che l’acronimo fosse per COPenhagen, 15a conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Copenhagen, per chi non lo sapesse è la città che ospita la conferenza.

In realtà la dicitura completa è Conference of the Parties to the United Nations Framework Convention on Climate Change, ovvero COP, e la seconda sigla viene racchiusa in UNFCCC. Complicato, ma per fortuna esistono gli acronimi.

L’ultima COP, prima di quella di Copenhagen, si è tenuta in Poznan (Polonia), sempre ad inizio dicembre, ma nel 2008. E sempre precedentemente si sono tenute a Bali (Indonesia, COP13), Nairobi (Kenya, COP12), Montreal (Canada, COP11), Buenos Aires (Argentina, COP10) e così via, ricordando però la nona edizione, che si è tenuta a Milano nel 2003, e la COP3 di Kyoto, nel 1997, passata alla storia per l’omonimo Trattato.
Le COP sono precedute dai Talks, riunioni preparatorie spesso fondamentali per la buona riuscita della conferenza vera e propria. Quest’anno si sono tenute a Barcellona, Bangkok e Bonn.
È innegabile anche l’aspetto economico delle COP. I tanti delegati dei paesi affollano alberghi, ristoranti ed esercizi commerciali della città ospitante. Sono anche molti i partecipanti spontanei, soprattutto nelle edizioni più sentite, come questa di Copenhagen. Anche le attività collaterali creano interesse e partecipazione.
La conferenza può essere seguita virtualmente pressoché con ogni mezzo, purché con una connessione ad Internet. On demand, youtube, Facebook, twitter, ma anche iphone o Flickr.

Mario Notaro

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laurea in Economia e Commercio, dal 1998 al servizio dell'Informazione su Internet.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook