Smog: via dalla Cina 6 milioni di veicoli inquinanti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Rottamazione di massa contro lo smog: per abbattere un inquinamento senza uguali, la Cina eliminerà 6 milioni di veicoli altamente inquinanti entro la fine del 2014. Un’altra importante misura per porre un freno a un inquinamento che non ha più limiti.

Non così drastico come la pena di morte il nuovo provvedimento servirà a ridurre i consumi energetici e la concentrazioni di agenti inquinanti nell’atmosfera. Obiettivo del governo cinese, infatti, è tagliare del 2% le emissioni di biossido di zolfo e del 5% i livelli di ossidi di azoto.

E, se si considera che il 7,8% di tutto il parco auto cinese (137 milioni di veicoli) presenta un livello di consumi e di emissioni molto elevato, il piano mirerà a mettere fuori uso entro il 2016 ben 11 milioni di auto.

Un quinto dei veicoli da rottamare sarà delle regioni settentrionali del Paese, dove sono registrate le più alte concentrazioni di smog. Nella provincia di Hebei, per esempio, saranno rottamate 660mila automobili che non rispettano le norme. Dalle strade di Pechino, invece, saranno tolte fino a 333mila auto e più di 160mila da Shanghai. Inoltre, fino ad altri cinque milioni di veicoli saranno rottamati e demoliti entro il prossimo anno nelle regioni altamente sviluppate, tra cui il delta del fiume Azzurro, il delta del Fiume delle Perle e la regione di Pechino- Tientsin-Hebei.

La nuova misura è in netta sintonia con la politica di limitazione alle immatricolazioni di nuovi veicoli che la Cina attua già da tempo: a Pechino quest’anno saranno a disposizione dei cittadini solo 5,6 milioni di nuove targhe, che diventeranno 6 milioni entro i prossimi tre anni.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Cina: pena di morte per chi inquina

Cina: arrivano i droni anti-smog per combattere l’inquinamento

Smog: in Cina vietati i barbecue per non inquinare

Smog: l’Esercito di Terracotta e’ in pericolo

Pechino,smog alle stelle: esaurite le mascherine protettive

Troppo inquinato per produrre cibo. Il terreno della Cina e’ incoltivabile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook