Questi hotel offrono camere gratis a coloro che si uniscono a una buona causa per l’ambiente 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da Pucket a Bali, alcuni alberghi offrono soggiorni gratis a chi diventa membro entro l’anno di una fondazione che lotta contro la deforestazione e i cambiamenti climatici

Combattere per superare la dilagante deforestazione, i gas serra nocivi, il riscaldamento globale e le emissioni di anidride carbonica e aiutare la Terra a fare ciò che sa fare meglio: crescere e sostenere la vita. Come rendere possibile tutto ciò? Semplicemente piantando nuovi alberi.

Se è vero, infatti, che “se le persone possono distruggere la Terra, possono anche aiutare a ricostruirla”, da questa base parte l’idea di 8 Billion Trees, una associazione nata solo pochi mesi fa con l’obiettivo non solo di ridurre gli impatti negativi della deforestazione e della silvicoltura irresponsabile, ma anche di cambiare il nostro ambiente e di diffondere consapevolezza.

Per fare questo, l’associazione pianta in pratica 10 alberi per ogni singolo nuovo iscritto, ogni mese e ha messo in essere una collaborazione con alcuni hotel per regalare gratuitamente una vacanza a tutti i nuovi membri che si iscrivono quest’anno.

Questi sono alcuni dei luoghi in cui è possibile ottenere un soggiorno in hotel gratuito per 3-7 notti: Koh Samui, Phuket, Tenerife e Bali (sarà necessario pagare la tassa giornaliera della camera di circa 20 euro)

Cosa aspettate? Iscrivetevi oggi, scegliete la destinazione e salvate il Pianeta!

Leggi anche

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook