L’India sta letteralmente arrostendo: 50°, acqua finita, villaggi evacuati e animali uccisi

india caldo record

In India temperature da record. Se in Italia ci lamentiamo del caldo arrivato all’improvviso, in Asia il paese sta facendo i conti con un’estenuante ondata di calore con temperature di 50°C.

In India e Pakistan si muore letteralmente di caldo. Le piogge monsoniche sono ancora lontane e in ritardo. Fino ad allora la popolazione dovrà fare i conti col caldo intenso, che durerà almeno fino alla metà di giugno.

L’ondata di calore ha iniziato a svilupparsi nell’India centrale e settentrionale da fine maggio e si è intensificata ulteriormente la scorsa settimana: in molte località, inclusa Nuova Delhi, i termometri hanno registrato le temperature più alte di tutto il 2019.

Giovedì, venerdì e sabato sono stati i giorni più caldi finora nella National Capital Region (NCR). In particolare, enerdì e sabato hanno raggiunto il picco di 46,8°. In questi giorni e probabilmente fino a domani saranno di 42-44°. In Pakistan la temperatura si è innalzata fino a un massimo di 50° a Jacobabad.

Centinaia di villaggi indiani sono stati evacuati perché è in corso una storica siccità che sta costringendo le famiglie ad abbandonare le loro case in cerca di acqua. Nel Rajasthan, la città di Churu ha recentemente sperimentato picchi di 50,8 ° C diventando il posto più caldo del pianeta. Nei dintorni di Mumbai, molti villaggi sono deserti. Le stime indicano che fino al 90% della popolazione della zona è fuggita, lasciando addirittura malati e gli anziani da soli di fronte a una crisi idrica senza precedenti. Il villaggio di Hatkarwadi, nello stato di Maharashtra, è quasi completamente deserto. Anche gli animali stanno subendo questo pesante impatto. Si sono verificati diversi casi di moria di bestiame da allevamento. Numerose colture sono morte, lasciando gli animali senza cibo né acqua. A rischio anche le coltivazioni di mais, soia, cotone, legumi e arachidi.

india caldo record

E non è finita. Le temperature potranno raggiungere 50° nei luoghi più caldi la prossima settimana, com’è già accaduto a Churu. Tra le città più a rischio Hyderabad, Nagpur, Patna, Indore e Lucknow.

Secondo i meteorologi di AccuWeather, l’India nordoccidentale e il Pakistan dovranno fare i conti anche con una stagione più secca della norma visto anche il ritardo di almeno una settimana delle piogge monsoniche che solitamente arrivano tra la metà e la fine di giugno.

Purtroppo sono stati registrati numerosi casi di malori. Dal 2010 a oggi sono stati 6.000 i morti legati al caldo eccessivo.

LEGGI anche:

 

Francesca Mancuso

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook