Credits: TheWeatherNetwork.com

Caldo infernale, il termometro arriva a 49,6 gradi: centinaia di morti in Canada e rischi incendi altissimo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In Canada il caldo è intollerabile. E nel giro di qualche giorno si sono registrati oltre 230 morti nella regione della British Columbia, dove sono state raggiunte temperature da record. A Lytton, un villaggio a Nord-Est di Vancouver, il termometro è arrivato a 49,6 gradi ed è proprio in quest’area che si conta il numero più alto di decessi. E nello Stato di Washington i decessi causati dalla cappa di calore sono circa 16.

“Dall’inizio dell’ondata di caldo alla fine della scorsa settimana, il BC Coroners Service ha registrato un aumento significativo dei decessi in cui si sospetta che il caldo estremo abbia contribuito – ha affermato il capo medico legale Lisa Lapointe in una nota – Questo numero aumenterà man mano che i dati continuano ad essere aggiornati.”

E sono davvero tantissime le segnalazioni di decessi arrivate alla polizia di Vancouver. Attraverso un comunicato un portavoce del dipartimento di polizia ha affermato che soltanto nella città canadese sono avvenute 65 morti improvviso tra lo scorso fine settimana e martedì. 

“La stragrande maggioranza di questi casi sono legati al caldo. Non abbiamo mai visto nulla di simile e ci spezza il cuore” ha commentato il sergente Steve Addison.

Anche la Royal Canadian Mounted Police (RCMP) ha ricevuto una 30ina di segnalazioni di persone decedute, per lo più anziani. 

“I nostri agenti stanno scoprendo che i casi sono avvenuti in appartamenti in cui si registrano oltre i 30 gradi” – ha spiegato il caporale Mike Kalanj – Non tutti hanno l’aria condizionata funzionante, e queste sono le persone di cui dovremmo interessarci maggiormente, anche più volte al giorno.”

Rischio incendi elevatissimo

Ma le temperature roventi registrate in questi giorni in Canada preoccupano le autorità anche per il rischio incendi, sempre più elevato. E anche negli Stati Uniti il caldo non è da meno ed è allarme siccità lungo tutta la costa del Pacifico, fino alla California. A Seattle e a Portland il termometro è arrivato a segnare tra i 42° e i 46°, le temperature più torride mai segnalate dagli anni 40. 

Nel corso di una videoconferenza con i governatori degli Stati dell’Ovest, il Presidente degli Usa Joe Biden ha annunciato che “la minaccia degli incendi quest’anno è grave come non mai”. Si temono roghi peggiori di quelli che l’anno scorso hanno devastato 4 milioni di ettari nel Paese.

Fonte: CTV News Vancouver/CNN

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook