ilva taranto

Un nuovo incidente all'Ilva di Taranto. Due operai, di cui uno di una ditta esterna, sarebbero precipitati da un'altezza di 15 metri. Uno dei due è morto, l'altro è in gravi condizioni ed è ricoverato presso l'ospedale SS Annunziata di Taranto.

Come ha spiegato l'Ilva in un comunicato, l'incidente è avvenuto nell'area cokerie durante una operazione di intervento di manutenzione alla batteria 9, una delle batterie ferme perché in rifacimento.

La vittima è Ciro Moccia, operaio della manutenzione di 42 anni. Antonio Liddi, lavoratore di 46 anni della ditta esterna MR, è invece ricoverato e le sue condizioni sono in corso di valutazione.

L'incidente sarebbe avvenuto attorno alle 4.40 del mattino, ma la dinamica è ancora da accertare. L'autorità giudiziaria è impegnata per cercare di chiarire quanto accaduto.

"Il Presidente ed il Direttore di Stabilimento esprimono la loro vicinanza ai parenti e in segno di cordoglio sono state sospese tutte le attività di Stabilimento" si legge nella nota dell'Ilva.

Intanto, la Fim Cisl ha chiesto che vengano accertate immediatamente le responsabilità dell'incidente e proporrà a Fiom e Uilm uno sciopero di 24 ore di sciopero.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Ilva di Taranto: una tromba d'aria colpisce lo stabilimento. Feriti e un disperso

- Carbone in mare a Taranto. L'Ilva incolpa il vento

- Ilva di Taranto: ieri il sì di Napolitano. E l'ambiente? E la salute? E la legge?

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram