NoTav

Contro la Tav, lo scorso sabato, avrebbero manifestato oltre 75.000 persone, per ribadire la loro opposizione alla costruzione della linea ad altra velocità che dovrebbe collegare Torino a Lione. Almeno questa è la stima del Comitato NO TAV, sebbene la Questura di Torino, come succede spesso in questi casi, abbia ridimensionato tale cifra a circa 12 mila persone. Una marcia pacifica da Bussoleno a Susa, ma che ha purtroppo un ferito grave. È Luca Abbà, uno dei leader storici del Movimento No Tav, caduto da un traliccio in Val Susa.

L'uomo è rimasto folgorato dopo essersi arrampicato su un traliccio nei pressi del cantiere di Chiomonte altro 15 metri, dove sono già partiti i lavori di ampliamento del tunnel. Abbà è adesso ricoverato in gravissime condizioni e in coma farmacologico al Cto di Torino "per traumi da caduta e ustioni gravi da folgorazione". A lui e a tutto il movimento va la nostra solidarietà.

Anche perché la lotta non si ferma visto che proprio domani dovrebbero dar via agli espropri. Per realizzare i lavori per la ferrovia, l'area del cantiere di Chiomonte dovrà espandersi passando sopra i terreni acquistati, a scopo preventivo, qualche anno fa da centinaia di persone che si oppongono alla Tav.

Questi ultimi temono che un blitz delle forze dell'ordine, previsto per domani, potrebbe occupare i territori interessati. Pronti anche i legali dei No Tav che minacciano ricorsi al Tar e alla magistratura qualora tale irruzione avesse luogo prima della notifica delle ordinanze di esproprio.

E Alberto Perino, leader del movimento, annuncia: "Il blitz delle forze dell'ordine avverrà martedì mattina, dobbiamo raggiungere e occupare la zona. Delle ordinanze non ci importa nulla. Vedremo se ci porteranno via di peso". Non tira un'aria tranquilla.

Anche gli ambientalisti ribadiscono il loro punto di vista sulla questione degli espropri, invitando alla riflessione: “Serve una pausa di riflessione. Il grave incidente di questa mattina durante le operazioni di allargamento di un cantiere presso la baita Clarea deve fermare gli espropri e gli ampliamenti dei cantieri. È assurdo che nonostante la positiva e partecipata manifestazione di sabato, i lavori stiano proseguendo nel totale spregio dei valligiani e dei reali interessi del Paese”. Queste le parole del presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza, riferendosi al grave incidente che ha colpito Luca Abbà.

Il governo prenda atto dell’opposizione da parte dei residenti espressa anche a rischio della vita – e fermi un’opera evidentemente inutile, dannosa e costosissima per il Paese - ha continuato Cogliati Dezza - . Si torni subito al tavolo della progettazione per concertare i piani infrastrutturali e trasportistici realmente necessari all’Italia anche nel rispetto delle proteste che devono, ora più che mai, essere pacifiche e intelligenti”.

Si tratta, oltre che di una questione ambientale, di un fatto economico, visto che come gli ambientalisti hanno precisato alla vigilia della manifestazione di sabato, sarebbe più opportuno utilizzare meglio gli investimenti della Torino-Lione.

A tal proposito, il Presidente di Legambiente ha sottolineato: “L’Italia deve fare le scelte giuste. Non possiamo permetterci un’opera insostenibile dal punto di vista economico e ambientale e inutile pure dal punto di vista trasportistico. È necessario riconsiderare il progetto anche alla luce delle recenti dichiarazioni dell’agenzia ambientale francese che ha sostenuto la maggior validità dell’ammodernamento e messa in sicurezza dell’attuale linea piuttosto che la realizzazione di quest’opera, vista anche la necessità di provvedere adeguatamente allo sviluppo del traffico delle merci che però, più che da Ovest a Est, si muove prevalentemente sull’asse Nord-Sud. Ci auguriamo che il governo Monti mostri lo stesso coraggio dimostrato in occasione della scelta sulle Olimpiadie, nell’interesse di tutta l’Italia, cancelli quest’opera”.

La Tav non s'ha da fare.

Francesca Mancuso

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram