san_onofre

Nucleare, guai negli Usa dove ieri è stato chiuso uno dei due reattori della potente centrale nucleare di San Onofre nella California del Sud. Nel tubo di un generatore di vapore è stata rilevata una piccola perdita di acqua, ma l'incidente non genererà alcun rischio né per i lavoratori dell'impianto né per la popolazione. Almeno questo è quanto ha confermato l'operatore dell'impianto, la SCE.

L'Unità 3 del reattore, che fornisce normalmente 1.100 megawatt di elettricità, è stata chiusa alle 5:30 ora locale in via precauzionale e rimarrà fuori uso per un almeno un paio di giorni, ha spiegato Gil Alexander, portavoce della Southern California Edison.

Quest'ultima ha dunque predisposto la chiusura dell'Unità 3 perché i sensori avevano individuato una perdita, verificatasi all'interno del sistema chiuso che fa circolare l'acqua dal reattore. Come spiega la società in una nota, la perdita potenziale non rappresenta un pericolo imminente e non ci sarebbe stato alcun rilascio di sostanze nell'atmosfera.

Adesso il personale della centrale di San Onofre valuterà le possibili cause della perdita ed i passaggi necessari per riparare il danno e riprendere le operazioni. Anche l'Unità 2 è attualmente offline per un intervento di manutenzione programmata. Ciononostante, assicura la Southern California Edison, l'unica unità rimasta a funzionare riuscirà a soddisfare le esigenze dei clienti, finché l'Unità 3 non sarà rimessa in funzione.

Intanto, la Nuclear Regulatory Commission è stata immediatamente informata della vicenda. Ma Alexander rassicura che anche se l'acqua è radioattiva, la perdita è rimasta confinata all'interno del recipiente di contenimento che circonda il reattore. Di conseguenza, non ci sarà neanche in seguito alcun rilascio di materiale radioattivo nell'atmosfera. Secondo il portavoce inoltre, la NRC è stata solo informata visto che la portata dell'incidente era di ridotta entità.

Ricordiamo che la Southern California Edison, compagnia della Edison International, è una delle più grandi aziende elettriche del paese, e serve circa 14 milioni di persone.

Un altro disastro dietro l'angolo?

Francesca Mancuso

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram