Etna: la nuova eruzione (video)

etna

L'Etna torna a regalare un nuovo spettacolo. Ieri infatti, dopo 15 giorni di quiescenza, il Nuovo Cratere di Sud-Est del vulcano siciliano ha prodotto un altro episodio eruttivo parossistico. Si tratta del 17° evento di questo tipo dall'inizio del 2011.

Arrivata senza largo anticipo, l'eruzione ha avuto una durata di circa due ore. L'avviso dato dall'Etna è stato dato appena 40 minuti prima, con l'emissione di cenere vulcanica.

Successivamente è piano piano diminuita. Ma una colata consistente di lava era già scesa scesa lungo la parete occidentale della Valle del Bove, accompagnata da una nube di cenere prodotta dal parossismo. La nube nera è stata spinta poi dal vento verso est-sudest, fino a Zafferana e Santa Venerina, causando una vera e propria pioggia di cenere e lapilli sugli abitanti.

Il fenomeno, monitorato dagli esperti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania, ha avuto ricadute sulla mobilità. Ieri infatti, alle 20.30 è stato chiuso l'aeroporto di Catania Fontanarossa, ed è stato riaperto soltanto all'alba di questa mattina con una decisione dell’Unità di Crisi.

Si tratta di un anno particolarmente intenso per il vulcano catanese, visto che solo nel 2011 si sono contati ben 17 eventi. L'ultimo, prima di quello di ieri, era stato registrato lo scorso 8 ottobre, ncora una volta dal cratere di Sud-Est dell'Etna, che ha regalato uno spettacolo davvero affascinante. Sembra che negli ultimi tempi si stia assistendo ad un'eruzione ogni 10-15 giorni. Il 18 settembre, infatti, ce n'era stata un'altra anche se di minore intensità.

La natura ci regala ancora una volta spettacoli mozzafiato. Ammiriamoli insieme, qui di seguito nel video dell'eruzione del 23 ottobre.

Francesca Mancuso


arona tgi

SEAT

Nuova SEAT Arona TGI a metano: prezzi, modelli e caratteristiche

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram