condono edilizio

Eravamo tutti un po’ in pensiero chiedendoci come mai in questa manovra economica d'emergenza non ci fosse anche un condono edilizio tra le soluzioni per fare cassa. Ma sopratutto per avallare così il comportamento degli speculatori. A scapito del paesaggio e dell’ambiente.

Detto, fatto. L’ultima proposta della manovra economica riguarda appunto un nuovo condono edilizio, che premierà chi ha provveduto a deturpare il nostro ambiente per fini economici. Messa nel cassetto, infatti, l'ipotesi di modificare i criteri pensionabili, per riequilibrare i conti pubblici salta fuori l'idea di un nuovo condono proposto dai deputati Pdl Amedeo Laboccetta e Antonio Mazzocchi.


E se nel Paese – a livello generale – l’ipotesi di un condono edilizio è inaccettabile, lo è ancora di più in Campania, dove l’irregolarità e l’infrazione sono stanzialmente ovunque. Riappare dunque l’idea dell’indulto generalizzato sulle costruzioni non regolari e – come ha fatto sapere Legambiente – anche “la sospensione degli abbattimenti delle costruzioni abusive in Campania. E torna pure la proposta del diritto di superficie per 90 anni per le aree demaniali e l'allentamento di tanti vincoli necessari alla tutela dell'ambiente e dei beni comuni”.

Il lupo perde il pelo ma non il vizio – ha commentato Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente - ancora una volta gli emendamenti sfascia territorio sono stati presentati in maniera subdola, in un momento in cui l'attenzione dell'opinione pubblica è ben concentrata su altre questioni.
Evidentemente, c'è chi pensa ancora di poter rimediare ai problemi di bilancio con la solita ricetta del condono edilizio e della svendita del territorio a scapito di tutta la collettività, negando qualsiasi ipotesi di sviluppo futuro al paese
”.

Per la destra italiana il condono edilizio è una specie di marchio di fabbrica – hanno denunciato i senatori del Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante. - Così la maggioranza per tappare i buchi della manovra propone una nuova sanatoria generalizzata: una mannaia su ambiente e territorio, che se approvata innescherebbe l'ennesima spirale di cemento selvaggio, darebbe il colpo di grazia al nostro già martoriato paesaggio, ricoprirebbe di case illegali anche le aree più delicate e più a rischio”.
La noncuranza dell’attuale governo nei confronti dell’ambiente non è una novità, ma questo non vi sembra davvero troppo?

Verdiana Amorosi

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog