rio_amazzoni

Il Rio delle Amazzoni pare sia in buona compagnia: secondo uno studio di alcuni ricercatori, sembra infatti che, a 4000 metri di profondità, scorra un altro fiume sotterraneo, che segue più o meno la stessa direzione del Rio delle Amazzoni, da ovest verso est.

Gli esperti sono arrivati a questa conclusione dopo ben 6 anni di studi sui dati raccolti dai 241 pozzi scavati lungo l'Amazzoni dalla compagnia statale Petrobras alla ricerca di petrolio. Questo secondo fiume, ribattezzato Rio Hamza dal nome dello scienziato che ha guidato la ricerca, Valiya Hamza, sarebbe lungo ben 6000 km e largo oltre 200, con un flusso medio di 3.000 metri cubi al secondo, come quello del Nilo, ma pari ad appena il 3% di quello del Rio delle Amazzoni.

La corrente però è lentissima, dovuta al fatto che l'acqua scorre attraverso sedimenti porosi di roccia e, mentre nel tratto andino il flusso è quasi verticale, subito dopo si mantiene estremamente orizzontale, rallentando il movimento fino a sfociare nell'Oceano Atlantico, come il suo fratello maggiore.


I risultati dello studio, che verranno confermati entro la fine del 2014, sono stati presentati la scorsa settimana a Rio de Janeiro in una riunione della Società Brasiliana di geofisica. La scoperta dell'esistenza di un corso d'acqua sotterraneo significherebbe che la foresta pluviale amazzonica ha due sistemi di scarico delle acque, fattore che andrebbe preso in considerazione per i futuri studi su questo importante e variegato ecosistema.

Non ci resta dunque che attendere la conclusione degli studi tra qualche anno, per scoprire se realmente il Rio delle Amazzoni viaggia in parallelo ad un secondo fiume e cosa questo possa comportare a livello ambientale e di salvaguardia della Foresta Amazzonica.

 

Eleonora Cresci

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram