Fukushima, nucleare: il parlamento giapponese approva il piano di risarcimento

fukushima-tepco-risarcimenti

Il Parlamento giapponese ha approvato oggi una legge per agevolare il risarcimento alle vittime dell’incidente della centrale di Fukushima dopo il terribile terremoto e lo tsunami che ha compromesso pesantemente l’impianto atomico lo scorso 11 marzo, le cui conseguenze si fanno ancora pesantemente sentire essendo stati registrati proprio nei giorni scorsi i .

Il nuovo programma di risarcimento a carico della compagnia elettrica Tepco prevede un fondo che dovrà essere istituito al più presto, al massimo entro la fine di questo mese in modo da iniziare ad erogare le somme di denaro a chi è stato colpito dal peggior disastro nucleare della storia e costretto ad abbandonare per sempre la propria casa e la propria terra.

Come riportato dall’agenzia giapponese Kyodo News la misura è stata approvata alla Camera dei Consiglieri con il sostegno anche dei due partiti dell’opposizione, il Partito Democratico del Giappone e il New Komeito.

La Tepco, dunque, che aveva registrato perdite per 15 miliardi di dollari a seguito dell’incidente alle sue centrali nella zona di Fukushima, dovrà pagare oltre 100 miliardi di dollari di indennizzi. Quanto andrà ad ogni famiglia delle oltre 80.000 persone costrette ad evacurare la zona non è stato specificato, anche se nei mesi scorsi si parlava di un milione di yen a famiglia (poco più di 8200 euro) e 750 yen per le persone che vivono da sole.

Una cifra sicuramente irrisoria rispetto ai danni subiti dai cittadini costretti a lasciare tutto e tentare di rifarsi una vita altrove.

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno

corsi pagamento
seguici su facebook