terremoti_nord_italia

La terra in Italia continua a tremare. Dopo le scosse di terremoto avvertite la scorsa settimana in diverse zone dell’Emilia Romagna e della Toscana, continua lo sciame sismico: nella serata di ieri e nella mattinata di oggi si sono registrate altre scosse, rispettivamente in alcune province del nord e nella zona di Frosinone.

Stamattina, verso le 5.50, si sono evidenziate alcuni sommovimenti di magnitudo 2.6 in provincia di Frosinone, in particolare a Morolo, Supino e Patrica, le località più vicine all'epicentro.

Nella serata di ieri invece, verso le 20.30, in diverse zone dei distretti di Rovigo e Mantova, sono state avvertite altre scosse di magnitudo 3.1 (anche se la più forte ha raggiunto i 4.7). In particolare le aree più soggette al sisma, perché prossime all’epicentro, sono state Sermide (Mantova), Castelmassa e Castelnovo Bariano (Rovigo). Alla prima scossa, ne sono seguite altre e la più forte – di magnitudo 4.7 – ha colpito soprattutto le aree di Felonica, Bagnolo di Po, Calto e Castelmassa (Rovigo).

Secondo quanto riportato dalla Protezione civile, al momento non si sono evidenziati danni né alle cose, né alle persone, sebbene le scosse registrate al nord si siano sentite anche nelle regioni limitrofe, dove i treni sono stati bloccati per oltre 40 minuti. Segnali di avvertimento come due anni fa in Abruzzo?

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

riso gallo

Riso Gallo

Riso Gallo Aroma: profumo esotico e sapore mediterraneo

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram